Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 758
RAGUSA - 19/05/2014
Sport - Rugby, serie B: punti decisivi dalle punizioni di Peppe Iacono e meta di Stefano Iacono

Festa Padua: a Lecce batte Rieti e salva la serie B

Match cominciato male per i paduini che erano andati sotto di 6-0 nel primo tempo Foto Corrierediragusa.it

Arieti Rieti-Padua Rugby: 6-11

Il Padua fa festa (nella foto). Ha battuto il Rieti e resta in serie B raggiungendo così il traguardo che si era posto ad inizio stagione. Sul neutro di Lecce è stato un match vibrante, subito partito male per i paduini ma poi rimesso in sesto e vinto graazie alle punizioni di Peppe Iacono ed alla meta di Stefano Iacono nella ripresa. Il primo tempo si era chiuso sul 6-0 per i laziali ed il Padua in affanno ma i ragusani ci hanno creduto fino in fondo e hanno avuto gambe prima per recuperare, poi per passare in vantaggio e, infine, per portare la vittoria fino alla fine. Nel secondo tempo il cambio di passo del Padua. Tra il 65´ ed il 67´ i due minuti che cambiano le sorti della contesa.

Prima un fallo reatino consente a Peppe Iacono di pareggiare, poi, sul susseguente calcio di invio laziale, prende il via una bella azione dei biancazzurri che vede protagonisti Enoc Valenti e Stefano Iacono e che mette in condizione quest’ultimo di andare a schiacciare in meta. Capitan Iacono non trasforma e il risultato si ferma sull’11 a 6. Adesso è il Rieti ad arrancare, anche perché le loro batterie sembrano essere in esaurimento e la supremazia in mischia non c´è più.

Al 76´ Fabio Baglieri prende il posto di uno sfinito Enoc Valenti ma un minuto dopo il neo entrato placca Pennino quando ancora l’apertura laziale è in volo e viene espulso per dieci minuti. I reatini allora prendono coraggio e si riversano nella metà campo iblea. Sono minuti di passione per la difesa ragusana ma il muro biancazzurro regge fino al triplice fischio finale .Poi si scatena la festa in campo dopo un campionato tribolato.

Coach Massimiliano Vinti è raggiante: "Sono felice. Abbiamo sofferto tanto, soprattutto a livello mentale, ma per fortuna siamo riusciti, con merito, a fare nostro l’incontro. Voglio fare i complimenti a Paride Vona, e ringraziare tutti i miei ragazzi, anche chi oggi, per vari motivi, non è potuto esserci. Un grazie va a questa grande società, ai suoi dirigenti, alle mamme che ci hanno supportato e che oggi sono state il nostro sedicesimo uomo in campo. Sapevo che non saremmo retrocessi e così è stato. Adesso godiamoci questa salvezza, al resto ci penseremo dopo".