Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 922
RAGUSA - 04/05/2014
Sport - Rugby, serie B: Avezzano perde a Reggio Calabria e retrocede

Padua vince all´ultimo respiro. Ora spareggio salvezza

Paolo Iacono regala la speranza di restare in B grazie ad una meta realizzata nel recupero dopo una partita dominata dai paduini Foto Corrierediragusa.it

Padua Ragusa-Rieti: 15-11

Il Padua vince ed aggancia il Rieti. La salvezza resta così in gioco ed il verdetto è rinviato ad un altro match tra ragusani e reatini che si affronteranno in campo neutro. Le due squadre si ritrovano infatti appaiate a 27 punti al terzultimo posto e per stabilire chi seguirà l’Avezzano, sconfitto di misura sul campo di Reggio Calabria, sarà necessario ricorrere allo spareggio che si disputerà probabilmente tra due settimane.

Solo durante l’ultima azione, dopo una serie incredibile di occasioni gettate al vento, Paolo Iacono riesce finalmente a varcare la linea di meta avversaria per poi tuffarsi con il pallone al petto e fare esplodere la gioia dei quasi quattrocento spettatori che oggi hanno affollato la tribuna del campo della Costituzione.

Il Padua comincia bene la gara ma oltre ad essere sprecone è anche sfortunato: al 6´ perde Adriano Scrofani, per uno stiramento e poco dopo, al 33´ tocca a Cristian Iacono lasciare il campo per un colpo alla spalla. Al loro posto entrano rispettivamente Paolo Iacono e Lorenzo Castiello. Ma, nonostante la forzata rinuncia a due pedine così importanti, i ragusani si piazzano stabilmente nella metà campo avversaria, tenendo in mano le redini del gioco.
Al 19´ però, l’apertura reatina Luigi Pennino, approfittando del forte vento che nel primo tempo spira alle spalle della propria squadra, mette a segno un drop da circa 40 metri. I ragusani, per fortuna, non accusano il colpo e anzi, se possibile, si rendono ancora più pericolosi.

Al 39´, invece, sono ancora i laziali a centrare i pali, questa volta con un calcio di punizione dell’estremo Daniele Menè concesso dall’arbitro per un fallo in ruck di un giocatore di casa. E sullo 0 a 6 si chiude anche il primo tempo.
Nella ripresa il Padua attacca ma non punge, il Rieti si difende con relativo ordine. Al 48´ arriva invece la meta dei laziali: 0 a 11. La meta subita, paradossalmente, sblocca l’attacco paduino e così, nell’azione che segue, sono i ragusani ad accorciare: Peppe Iacono parte dalla propria metà campo e si beve mezza difesa. Poi scarica al fratello Paolo che mette il turbo, ma quando sta per avviarsi in area di meta viene bloccato dall’ultimo dei giocatori reatini. Si forma una ruck dalla quale esce vincitore Andrea Battaglia che è lesto a tuffarsi in area di meta. Capitan Iacono sbaglia la trasformazione e il gioco riprende sul 5 a 11.

Si arriva al 70´ e l’arbitro fischia un fuorigioco a favore del Padua. Visto che i ragusani oggi non riescono proprio a bucare la difesa avversaria, Peppe Iacono, quantomeno per accorciare le distanze, decide di cercare la via dei pali. 8 a 11. Nel frattempo da Reggio arriva la notizia della sconfitta dell’Avezzano, è l´80´ e si continua a giocare. Paolo Iacono salta il proprio avversario e porta la propria squadra allo spareggio. La successiva trasformazione di Peppe Iacono è ininfluente ed è utile solo per le statistiche.