Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 898
RAGUSA - 04/05/2014
Sport - Basket, serie C: virtussini privi di Andrea ed Alessandro Sorrentino

Nova Virtus non fa sconti, batte Milazzo ed è seconda

Match sempre in mano ai ragusani con Iabichella e Licitra in gran spolvero. La partita ha chiuso la stagione Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa-Minibasket Milazzo: 80-70

Nova Virtus: Sorrentino Al. ne, Distefano 2, Iabichella 25, Girgenti 8, Barracca 2, Cataldi 3, Licitra 9, Boiardi 10, Ferlito 1, Canzonieri 20, Occhipinti. All. Di Gregorio.

Milazzo: Cassisi 17, Toto 9, Barbera 6, Coppolino ne, Italiano 26, Amato 3, Colosi, Spanò 7, Maimone, La Spada G. 1, La Spada A. All. Lucifero
Arbitri: Fichera e Barbagallo di Catania
NOTE – parziali: 20-25; 45-37; 62-51


Nova Virtus e Milazzo hanno già la promozione in tasca e l’ultima gara della stagione vale il platonico secondo posto. Pesanti le assenze nei due roster: i virtussini mancano di Andrea Sorrentino e del fratello capitano Alessandro (in panca per onor di firma), recuperano a mezzo servizio il totem Distefano, ma devono fare a meno all’ultima ora pure di Cascone, messo out dall’influenza. Tra gli ospiti, il capitano Coppolino è iscritto a referto ma non può giocare, mentre il lungodegente Li Vecchi funge da dirigente.

Allo start schizza via il Milazzo (0-3), ma dopo un tecnico a coach Lucifero c’è il sorpasso (13-10 al 5’) griffato dallo scatenato Matteo Iabichella (25 punti con 4 bombe). La Nova Virtus prende il largo nel secondo quarto, arriva pure il terzo fallo del nervosissimo Barbera, mentre Boairdi con la sua tripla marca il massimo vantaggio (45-35), prima dell’intervallo lungo (45-37 al 20’).

Break ospite (0-4) al rientro sul parquet, ma Iabichella è indemoniato e ricaccia indietro il Milazzo che mette in cattedra un Cristian Italiano in grande spolvero e che tiene a galla la sua squadra (62-51 al 30’). La Nova Virtus ha la partita in mano, vola pure a più 14 (65-51 al 31’), ma non riesce ad «uccidere» il match, malgrado il quinto fallo ed il tecnico a Barbera (dopo un netto sfondo), visto che Italiano ed il giovane Spanò continuano a non mollare, riportando il Milazzo a meno 10 (67-57 al 34’). In campo ci sono i giovanissimi, ma Simone Licitra (nella foto) giostra da par suo e la Nova Virtus gestisce con tranquillità, incrementando ancora il vantaggio (il top sul 77-59 con un canestro da sotto di Barracca).