Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 815
RAGUSA - 13/04/2014
Sport - Basket, serie C: Simone Licitra ed il capitano Alessandro Sorrentino trascinano i biancazzurri

Virtus soffre ma vince contro un coriaceo Cocuzza

Domenica per la Nova Virtus delicatissima trasferta a Licata Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa - Cocuzza S. Filippo del Mela: 79-76

Nova Virtus: Sorrentino Andrea 9, Distefano 6, Iabichella 13, Girgenti ne, Barracca ne, Cataldi ne, Sorrentino Alessandro 7, Licitra 27, Boiardi 4, Ferlito 6, Canzonieri, Occhipinti ne. All. Di Gregorio.

Cocuzza: Di Paola ne, Melone 7, Imbesi, Scozzaro 13, Rizzo, Cocuzza ne, Colica 3, Caula 3, Balev 14, Terrana 18, Albana 18. All. Romeo

Arbitri: Cappello di Porto Empedocle e Magro di Agrigento.
NOTE – parziali: 29-17; 43-30; 63-49


La Nova Virtus domina per tre «tempini», poi entra in letargo, rischia grosso, in un finale thrilling, contro un Cocuzza motivatissimo, in piena bagarre per il quarto ed ultimo posto utile per i play-off. A tirare la castagne dal fuoco ai virtussini, che erano avanti di ben 20 punti al 29’, sono il capitano Alessandro Sorrentino, che respinge i tirrenici a meno 3, quando l’orologio ha iniziato l’ultimo giro, e, soprattutto, l’mvp della contesa, il play Simone Licitra (nella foto), con un gioco da 3 (canestro più libero) realizzato a 33 secondi dal gong, che riporta i virtussini a più 5.

Tre «bombe» di Andrea Sorrentino e le magie di uno scatenato Licitra aprono il match e fanno schizzare gli iblei, irrefrenabili in attacco (29-17 al 10’). Andrea «Zorro» Sorrentino, però, si innervosisce per le provocazioni di Colica, becca un antisportivo e finisce in panca , da dove uscirà, ma senza più concentrazione e mordente, solo nell’ultima frazione. Ma la Nova Virtus continua, comunque, a giocare molto bene, grazie anche all’ottimo impatto nel match di Vito Ferlito che contiene il gigante Balev e si fa valere pure in attacco. La Nova Virtus arriva sul 35-16 (14’), ma poi si addormenta e concede agli ospiti di ricucire in parte il gap, prima del riposo lungo (43-30 al 20’).

Ci pensa Licitra a segnare per la Nova Virtus e ad apparecchiare per Canzonieri ed Iabichella, ma è sempre lo scatenato Simone Licitra a griffare il massimo vantaggio virtussino (63-43 al 29’). Per la Nova Virtus sembra fatta, almeno così la pensano in casa iblea. 0-6 ospite prima del gong (63-49 al 30’), break che si allunga ancora sino allo 0-9 all’alba dell’ultima frazione. L’amnesia virtussina è gravissima, coach Di Gregorio rispolvera «Zorro» Sorrentino che però è ormai fuori partita, mentre il Cocuzza, trascinato dall’ex Mattia Terrana e da capitan Albana, risale pian piano la china, sino a portarsi addirittura a meno 1 con un libero di Balev, quando mancano 63 secondi.

La Nova Virtus spadella ancora dal perimetro, ma anche Albana sbaglia il canestro del possibile sorpasso. E’ Ale Sorrentino, da vero capitano, a prendersi la responsabilità del tiro che ridà ossigeno a quelli di casa (75-72), con il solito Simone Licitra che suggella, dopo il «passi» di Caula, con un gioco da tre per il 77-72 a 33 secondi dalla sirena.
La gara praticamente finisci lì, anche se il Cocuzza non ci sta e pressa sino alla fine, senza però, riuscire nell’impresa. Domenica per la Nova Virtus delicatissima trasferta a Licata che proprio con il Cocuzza si contende l’ultima piazza utile per i play off.