Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1497
RAGUSA - 16/04/2014
Sport - Basket, A1: oggi si gioca gara 4 delle semifinali play off sul parquet umbro

Contro Umbertide la Passalacqua vuole staccare stasera il biglietto per la finale

Le biancoverdi hanno ritrovato compattezza e consapevolezza della loro forza dopo le due consecutive vittorie casalinghe Foto Corrierediragusa.it

Per la Passalacqua è già il primo match point. Vincere sul parquet di Umbertide significa approdare in finale scudetto senza ricorrere a gara 5 che si giocherebbe al PalaMinardi. E´ il regalo di Pasqua che le biancoverdi preparano per i loro tifosi che in gran numero, erano ben duemila, sono accorsi sulle tribune del PalaMinardi per sostenere domenica il quintetto di Molino. Il parquet umbro si annuncia molto caldo, come la Passalacqua ha avuto modo di verificare appena dieci giorni fa per gara uno che è stata persa, sarà bene ricordarlo, per appena un punto.

Coach Nino Molino dà uno sguardo indietro e poi pensa a gara 4: "Complimenti a Umbertide che nonostante l’assenza di Black ha giocato davvero un’ottima partita . Le nostre percentuali rispetto a gara 2 sono state ben diverse, venerdì scorso abbiamo tirato con il 47% da tre e oggi con il 23%, abbiamo inoltre avuto problemi di falli, con Walker che aveva iniziato benissimo e che poi non è più rientrata nei primi due quarti. L’importante comunque era vincere e ovviamente non possiamo che essere contenti per questo. Meriteremmo entrambe di arrivare in finale, ma ne dovrà arrivare solo una. Sappiamo che mercoledì a Umbertide ci sarà un grande tifo e una squadra decisa a vendere cara la pelle, ma come abbiamo fatto in gara 1 andremo là per giocarci tutte le nostre possibilità».

Le biancoverdi sono convinte di poter vincere la gara, le due vittorie consecutive hanno dato consapevolezza della propria forza ed il recupero della forma da parte di tutte le atlete è una garanzia in più. Le biancoverdi devono migliorare i tiri liberi ed essere più ciniche sotto canestro nei momenti della gara. E la finale scudetto sarà una realtà per la neopromossa Passalacqua.

E´ successo domenica:

Passalacqua Ragusa-Umbertide: 62-58
parziali: 21-17, 33-34, 41-47

Passalacqua Ragusa: Gatti 13, Williams 12, Walker 13, Malashenko 16, Micovic, Wabara 2, Galbiati 6, Soli, Valerio, Mauriello


Anche gara 3 va alla Passalacqua e la finale scudetto è ora più vicina. Le biancoverdi vincono allos print visto che nell´ultimo tempino erano in svantaggio di ben sette punti. Poi il recupero e la vittoria grazie ad una prestazione volitiva. E´ stata Giulia Gatti con i suoi quattro tiri liberi nei secondi finali ad acciuffare la vittoria per i capelli. All´ultimo minuto Ragusa ed Umbertide erano sul 56 pari. Williams segna prima due liberi e porta le ragusane sul 58-56. Poi Walker ruba palla e c´è un fallo su Gatti che segna i due liberi e porta Ragusa sul 60-56. Fontenette segna e porta Umbertide sotto a 2" dalla fine. Ancora Gatti protagonista dalla lunetta con due tiri, biancoverdi sul 62-58. Umbertide reagisce ancora e realizza da tre ma il tempo è già scaduto. Malashenko (nella foto), Gatti e Williams sono andate tutte in doppia cifra e garantito il carburante necessario per arrivare al traguardo. Umbertide alla fine si è dovuto arrendere nonostante una Putnina in gran spolvero che ha imperversato sotto canestro realizzando 18 punti.

Il pubblico ha sospinto nei momenti di difficoltà le biancoverdi che sono state capaci di piazzare lo sprint finale al momento opportuno e per le umbre non c´è stato più nulla da fare. Ora bisogna completare l´opera e vincere sul parquet umbro mercoledì per arrivare in finale anche se resta sempre la possibilità di giocare la bella e decisiva gara 5 ancora al PalaMinardi.