Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1571
RAGUSA - 11/04/2014
Sport - Rugby, serie B: comincia una mini serie terribile ma fondamentale per la salvezza

Padua contro Avezzano: ora è sfida salvezza

Appello al pubblico perchè sostenga il XV biancazzurro. Tra i paduini qualche defezione Foto Corrierediragusa.it

Contro Avezzano il Padua inizia la mini serie di tre partite che possono portare alla salvezza. La brutta e pesante sconfitta contro la Primavera Roma è tata digerita in casa paduina ma ora non bisogna più sbagliare e fare punti.

Ci crede il coach ragusano, Massimiliano Vinti: "Perdere in quel modo mi ha dato fastidio. Una sconfitta con la Primavera ci poteva stare, ma non con quelle dimensioni. I 67 punti rimediati a Roma, però, ci hanno fatto tornare con i piedi per terra e questo mi fa ben sperare per domenica. Perché so che con l’Avezzano i miei uomini torneranno umili e affronteranno l’incontro con la caparbietà e la voglia che occorre per vincere questo genere di partite".
Di fronte, i biancazzurri, si troveranno una squadra che si trova, più o meno, nella loro stessa situazione: vincere per non soccombere. Avezzano è un brutto cliente per i paduini perchè per i gialloneri marsicani, la partita di Ragusa è una di quelle da dentro o fuori.

Coach Vinti dovrà fare a meno di qualche pedina fondamentale. «Purtroppo non potremo contare sull’apporto di Albert Di Grandi, fermato dai sanitari dopo il colpo alla testa di domenica scorsa, e avremo diversi uomini in non perfette condizioni fisiche. Ma faremo di necessità virtù. D’altra parte non possiamo più permetterci passi falsi, il nostro obiettivo sono i cinque punti».

Mancano tre giornate alla fine del campionato, e a questo punto è come se si giocasse un torneo ad eliminazione diretta: chi perde è fuori. E per andare avanti e arrivare a quella sorta di finale che si giocherà il 4 maggio (Padua-Rieti) i ragusani dovranno intanto battere l’Avezzano.