Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 520
RAGUSA - 06/04/2014
Sport - Basket, serie C: iblei in sofferenza per metà partita, poi sono incontenibili

Nova Virtus passa a Messina e resta salda al 2° posto

Matteo Iabichella e Simone Licitra sono i mattatori del match. E’ il sesto successo in poule promozione Foto Corrierediragusa.it

Fp Sport Messina-Nova Virtus Ragusa: 52-62

Fp Sport: Mirenda 10, Buono 5, Sabarese 3, Squillaci 10, Ponzù 3, Perrone, Cavalieri 19, Bonomo 2, Arrigo, Perrone. All. Paladina

Nova Virtus: Sorrentino Andrea 19, Distefano, Iabichella 24, Girgenti, Vacirca, Sorrentino Alessandro 7, Licitra 11, Boiardi 3, Cascone 4, Ferlito, Canzonieri. All. Di Gregorio.

Arbitri: Caci di Gela e Attard di Priolo.
NOTE – parziali: 12-13; 29-23; 39-50


Uno straordinario Matteo Iabichella (nella foto) con 10/10 da due e 13 rimbalzi, ben coadiuvato da Simone Licitra trascina la Nova Virtus al sesto successo consecutivo in poule promozione, sul difficile parquet della Fp Sport Messina che, con questo stop, è costretta ad abdicare alle residue chances di conquistare i play-off. I virtussini, invece, con la vittoria in riva allo Stretto, confermano il secondo posto solitario, nelle more del recupero infrasettimanale del Minibasket Milazzo sul campo del Cus Catania.

A Messina, così come previsto, non è stato per niente facile per la Nova Virtus che ha stentato a carburare. In ambasce per la difesa aggressiva degli uomini di coach Paladina, la Nova Virtus chiude avanti di un’inezia il primo «tempino» (12-13), ma fa ancora peggio nella seconda frazione, quando Andrea Sorrentino non ne imbrocca una, mentre i messinesi mettono in mostra il solito Cavalieri e un duo Squillaci-Mirenda quanto mai intraprendente. La Fp Sport, soprattutto, continua a spremersi in difesa, concedendo solo 10 punti nel periodo ai ragusani e vola a più 6 sul gong dell’intervallo lungo (29-23), facendo tremare gli aficionados virtussini.

La strigliata di coach Massimo Di Gregorio è puntuale negli spogliatoi ed, in effetti, alla ripresa, cambia la musica: a trascinare la Nova Virtus è Matteo Iabichella, irrefrenabile nelle sue entrate, preciso dal perimetro e dominante nel colorato. Iabichella, insomma, è un rebus per i peloritani. Se ne accorge il play Simone Licitra che serve ad Iabichella (ma anche agli altri) palloni d’oro, puntualmente trasformati in canestri. La Nova Virtus ricuce ed, anzi, pian piano allunga sino a raggiungere un margine rassicurante sulla coda del terzo «tempino (39-50 al 30’).

Nell’ultima frazione, la Nova Virtus intona ancora lo stesso spartito. Andrea «Zorro» Sorrentino, piuttosto, ritrova una certa verve, oltre che la misura al tiro e la Nova Virtus può suggellare il match, giostrando nel finale senza patemi di sorta. Nel prossimo turno, la Nova Virtus ospiterà il Cocuzza San Filippo del Mela, in piena lotta con la Studentesca Licata per aggiudicarsi il quarto ed ultimo posto utile per l’accesso ai play-off.