Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 835
RAGUSA - 04/04/2014
Sport - Basket, serie C: tutti disponibili i giocatori di coach Di Gregorio

Virtus a Messina per coltivare il sogno promozione

La Fp Sport potrà schierare la migliore formazionee vorrà riscattare la batosta dell’andata Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus sul parquet di Fp Sport Messina di coach Francesco Paladina con il dichiarato obiettivo di inanellare la sesta vittoria consecutiva e consolidare la posizione in graduatoria, alle spalle dell’Aretusa.

All’andata i ragusani si aggiudicarono il match (83-55), Domenica, però, sarà tutt’altra musica e non solo perché la Fp Sport potrà schierare la migliore formazione. In secondo luogo, oltre a voler riscattare la batosta dell’andata, Sabarese e soci non hanno ancora abdicato al sogno play off, essendo distanziati di soli due punti dalle quarte in classifica, ossia Cocuzza San Filippo del Mela e Licata.

"Sarà una partita assai difficile – conferma il coach virtussino Massimo Di Gregorio – e completamente diversa da quella del girone d’andata, quando i messinesi si presentarono al PalaPadua con un roster molto rabberciato. Poche squadre, poi, hanno vinto quest’anno a Messina, proprio per la forza della Fp Sport che sul parquet amico riesce ad esprimersi al meglio. La Nova Virtus, perciò, dovrà disputare una grande partita per aggiudicarsi i due punti che sono assolutamente necessari per poter confermare il secondo posto e continuare a puntare a questo piazzamento al termine della poule promozione. Ci sarà da contenere Cavalieri, un giocatore che è assolutamente un lusso per la C regionale, ma anche da bloccare il totem Sabarese e tutti gli altri. Dovremo scendere in campo con il giusto atteggiamento mentale, giocando con grande umiltà, aggressività ed intensità difensiva. Ed in attacco, non ci saranno licenze per nessuno, dato che bisognerà privilegiare il gioco corale. Solo così potremo vincere anche a Messina".