Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 592
RAGUSA - 30/03/2014
Sport - Calcio, Promozione: la 14ma giornata ha emesso le sentenze ad un turno dalla fine

Comiso e S. Croce salvi, il Real Biscari è retrocesso

Nonostante il pari sul campo di Canicattì gli acatesi non arrivano alla quota necessaria per accedere ai play out Foto Corrierediragusa.it

I risultati della 14ma giornata di ritorno (30 marzo 2014):
Atletico Gela – Santa Croce 3 – 2
Canicattì – Real Biscari 2 – 2
Comiso – Accademia Empedoclina 4 – 2


Con una giornata di anticipo, il campionato di Promozione ha emesso le sentenze sportive per quanto riguarda le squadre ragusane. Comiso e Santa Croce (nella foto: una recente formazione) sono salve, senza passare dallo spareggio per la permanenza nella categoria, mentre il Real Biscari è ormai matematicamente retrocesso in Prima categoria.

Il Real Biscari infatti con il pareggio per 2-2 a Canicattì non è arrivato alla soglia dei 30 punti che le avrebbero consentito di disputare almeno la gara di spareggio per la salvezza. Colpa della sconfitta del Santa Croce a Gela contro l’Atletico e della vittoria del Comiso in casa contro l’Accademia Empedoclina, risultati questi che hanno collocato la formazione biancazzurra e quella verdearancio a pari merito a 28 punti, dieci di distanza dal Real Biscari che, rimanendo a riposo l’ultima giornata, non avrà la possibilità di fare più punti. Da qui la matematica certezza che la formazione del presidente Salvatore D’Aparo è retrocessa. I biancocelesti acatesi, stranamente, hanno trovato un Canicattì motivato e che ha lottato per tutta la gara, passando in svantaggio nel primo tempo, acciuffando il pareggio ad inizio di ripresa con un rigore trasformato da Guarino, subendo il 2-1 a metà ripresa e poi pareggiando cinque minuti dopo con Iapichino. Dopo tre stagioni giocate in Promozione, il Real Biscari, che ad inizio stagione aveva assorbito anche l’Acate calcio, ritorna quindi in prima categoria.

Sconfitta indolore per il Santa Croce che, in vantaggio per 2-0 fino al 20’ della ripresa, in prospettiva di risparmiarsi per la gara di andata della Coppa Italia di mercoledì prossimo contro il Giarre, si lasciava prima raggiungere e poi addirittura subire la rete della sconfitta a tempo scaduto. La formazione biancazzurra ha dominato la gara nel primo tempo, imponendosi con una doppietta di Rizzo fra il 10’ e il 30’ della prima frazione. Nella ripresa il Santa Croce controllava la gara fino a metà ripresa ma poi si rilassava e concedeva il ritorno dei padroni di casa che con questa vittoria mettono al sicuro il discorso salvezza.

Anche il Comiso, con la netta vittoria per 4-2 contro l’Accademia Empedoclina, si tira fuori dalla lotta per la retrocessione grazie alle reti di Cinnirella e Consalvo nel primo tempo e di Leone e ancora Consalvo nella ripresa, dopo che gli ospiti avevano agguantato ad inizio ripresa il 2-2. A fine gara il vice presidente della Comiso, Salvatore Di Stefano, ha annunciato il suo abbandono della società e le dimissioni in disaccordo con la gestione del gruppo dirigente, dopo una stagione che era partita con l’obbiettivo di ritornare in Eccellenza, visti gli sforzi economici intrapresi e l’ottima campagna acquisti effettuata.