Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 708
RAGUSA - 29/03/2014
Sport - Calcio, Promozione: si gioca la 14ma giornata con due iblee su tre in trasferta

Turno verità per S. Croce, Comiso e Real Biscari

I verdearancio comisani devono assolutamente vincere contro l’Empedoclina. Molti giocatori sono rientrati e Lucenti potrà schierare un undici capace di battersi Foto Corrierediragusa.it

Le partite della 14ma giornata di ritorno:
Atletico Gela – Santa Croce
Canicattì – Real Biscari
Comiso – Accademia Empedoclina


E’ il turno della verità per le tre formazioni ragusane di Promozione, quasi tutte che devono guadagnare ancora la sicurezza di poter rimanere nella categoria o tramite la salvezza diretta o attraverso la gara di spareggio.
La salvezza diretta non sembra abbastanza scontata per il Santa Croce che dovrà disputare la gara esterna contro l’Atletico Gela, compagine che però sarà carica in termini agonistici perché, a sua volta, dovrà guadagnare ancora la matematica certezza della permanenza in Promozione. E’ quindi la determinazione che il Santa Croce potrebbe trovare a Gela forse il più grande pericolo per la formazione biancazzurra che avrà assente il capitano-allenatore Buoncompagni per squalifica. Al suo posto verrà schierato Scacco. E’ in dubbio anche La Vaccara per i postumi di un infortunio. La compagine santacrocese dovrà comunque cercare di portare a casa almeno un punto per affrontare poi fra le mura amiche all’ultima di campionato il Comiso senza patemi d’animo e con la prospettiva di giocare la gara in condizioni di stress. Se il Santa Croce perde, la gara con il Comiso si trasformerebbe in uno spareggio all’ultimo respiro per evitare i play out.

Anche se gioca fuori casa, il Real Biscari potrebbe invece trovare condizioni agonistiche favorevoli a Canicattì, dove la squadra di casa, ormai da tempo salva, non avrà neanche lo stimolo di giocare per entrare nei play off. La mancanza di stimoli dell’undici agrigentino potrebbe consentire quindi alla formazione acatese di sperare di portare via l’intera posta in palio e collocarsi ad una posizione di classifica comunque sotto i dieci punti di distacco dalla squadra che la precede e consentirle comunque di giocare i play out, che le darebbe l’ultima speranza di poter rimanere in Promozione. Nel Real Biscari mancheranno Terranova infortunato e Maliani squalificato.

Compito facile anche per il Comiso contro l’Accademia Empedoclina non tanto per la statura dell’avversario, che essendo in piena zona bagarre per non retrocedere avrebbe avere gli stimoli giusti per giocare con impegno, ma per la prospettiva che ha la stessa formazione agrigentina che all’ultima giornata ospiterebbe in casa l’Aquila Sammichelese, squadra ormai retrocessa e dove potrebbe ricavare i tre punti per la salvezza matematica. La formazione del Comiso è al completo, in settimana si è allenata, conta di una rosa di giocatori e sembra avere ritrovato lo spirito giusto per affrontare questo finale di campionato.