Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 666
RAGUSA - 26/03/2014
Sport - Basket: gli allievi di coach Sergio Trovato hanno superato la fase interprovinciale

Nova Virtus under 19 a caccia del titolo regionale

La società punta a confermare il titolo vinto due anni fa a Gela Foto Corrierediragusa.it

Sempre sugli scudi le formazioni giovanili della Nova Virtus (nella foto) che in questa stagione si sono particolarmente messi in luce nel campionato regionale Under 19 (nati 1995-96 e 97). Si tratta di un roster che ha sempre dato grosse soddisfazioni alla società iblea (due anni fa, nella categoria under 17, la Nova Virtus trionfò nel concentramento regionale di Gela, mentre negli anni precedenti lo stesso gruppo aveva vinto il titolo regionale minibasket).

La squadra allenata da Sergio Trovato ha vinto la difficilissima fase interprovinciale, superando avversarie di assoluta levatura come il Cus Catania (che proprio nella giornata odierna disputerà lo spareggio decisivo con Bagheria per accedere alle semifinali), l’Aretusa, il Gravina e la stessa Vigor Santa Croce Camerina che hanno in organico tanti elementi che giocano negli startign-five in C regionale.

La Nova Virtus è incappata, nella fase interprovinciale, in sole tre sconfitte, due delle quali contro Gravina ed una a Siracusa. Decisivi, perciò, i due scontri con il Cus Catania, entrambi vinti, ed il big-match di lunedì scorso contro l’Aretusa (che ha tanti giovani interessanti che giocano in pianta stabile in C regionale) al PalaPadua.
In questa stagione, però, non si disputerà il tradizionale concentramento in campo neutro tra le quattro compagini classificate alle fase regionale. La Virtus, pertanto, giocherà ora le semifinali regionali contro la fortissima Pallacanestro Trapani che annovera in organico almeno quattro atleti che gravitano nell’orbita della prima squadra che gioca in Dna Gold (Costadura, Vallone, Felice e Bellomo), mentre l’altra finalista uscirà dal doppio match tra l’Upea Capo D’Orlando (altro club di Dna Gold) e la vincente dello spareggio tra Cus Catania e Bagheria, con i cussini che hanno già vinto, fuori casa, gara 1.
Il primo confronto tra Nova Virtus e Trapani, invece, è in programma venerdì 28 alle 18.15 al PalaPadua, mentre il ritorno è fissato per lunedì 31 marzo a Trapani.
Le due gare di finale sono state programmate per il 2 e 4 aprile.
Nelle file della Nova Virtus Despar, la punta di diamante è certamente rappresentata da Giorgio Canzonieri, classe 1995, reduce da due campionato di C nazionale con Nova Virtus e Canicattì e che in questa stagione sta confermando le sue potenzialità in C regionale. In grande crescita anche Vito Ferlito, altro punto di forza della prima squadra di C regionale, ed i giovanissimi, classe 1997, Aldo Vacirca, Federico Barracca e Stefano Cataldi.