Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:38 - Lettori online 757
RAGUSA - 23/03/2014
Sport - Basket, serie C: i mamertini sono crollati sotto i colpi di Andrea ed Ale Sorrentino

Super Nova Virtus annichilisce il Milazzo e vola

A fare la differenza, anche le rotazioni, visto che il tecnico ragusano ha risvoltato il quintetto a piacimento, ma senza che la squadra accusasse alcun calo Foto Corrierediragusa.it

Minibasket Milazzo 46- Nova Virtus Ragusa: 90

Minibasket Milazzo: Toto 10, Barbera 11, Cassisi 5, Coppolino 5, La Spada G., Scilipoti 5, Colosi 2, Amendolia, La Spada A., Spanò, Gitto, Amato 8. All. Lucifero.
Nova Virtus: Sorrentino Andrea 21, Distefano 5, Iabichella 7, Girgenti 9, Occhipinti 3, Iurato, Sorrentino Alessandro 14, Licitra 7, Boiardi 8, Cascone 6, Ferlito 4, Canzonieri 6. All. Di Gregorio.
Arbitri: Savoca e Vizzini di Bagheria.
NOTE – parziali: 16-20; 27-41; 34-69


Una Nova Virtus, in versione assolutamente super, annichilisce a domicilio la vice capolista Milazzo, agganciandola al secondo posto in graduatoria e mettendo una seria ipoteca sulla differenza canestri. Irriconoscibili i tirrenici che, peraltro, scontavano le pesanti assenze di Italiano, squalificato, e Ago Li Vecchi, infortunato. Dopo la brillante performance di Siracusa, ove nell’ultimo turno Coppolino e soci avevano inflitto la prima sconfitta stagionale all’Aretusa, contro la Nova Virtus, invece, sono incappati nella classica serata storta.

C’è stata partita, in effetti, solo per un «tempino» (16-20 al 10’), ma appena i virtussini hanno serrato la difesa, i mamertini sono praticamente crollati, sotto i colpi dei tiratori iblei, i soliti Andrea e Alessandro Sorrentino, cui però hanno dato man forte anche i vari Boiardi, Canzonieri e Girgenti. Ottimi nel colorato anche i vari Distefano, Cascone e Ferlito. E così, già nella seconda frazione, la Nova Virtus ha scavato un solco importante, andando al riposo lungo sul 27-41.

Alla ripresa, l’inatteso totale crollo degli uomini di Lucifero, incapaci di saper «leggere» la strenue difesa ordinata da coach Di Gregorio. A fare la differenza, anche le rotazioni, visto che il tecnico ragusano ha risvoltato il quintetto a piacimento, ma senza che la squadra accusasse alcun calo. E così, la Nova Virtus ha preso il volo, chiudendo già nel terzo «tempino» il match (34-69 al 30’), mentre l’ultima frazione è servita agli ospiti (tutti tranne il baby Iurato) ad iscrivere il proprio nome a referto.

Nelle altre gare, è tornata vincere l’Aretusa che ha violato il campo di Licata (68-86), mentre il Cocuzza, battendo l’Aci Bonaccorsi per 67-59, ha conquistato la quarta piazza a danno proprio dei licatesi. Ritorno al successo, infine, per la Fp Messina ai danni del Gravina (69-66). Nel prossimo turno, la Nova Virtus ospiterà il Cefalù.