Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 775
RAGUSA - 17/03/2014
Sport - Rugby, serie B: i laziali non hanno dato scampo ai ragusani in formazione rimaneggiata

Padua travolto a Colleferro, è la 13ma sconfitta

Il punteggio, 38 a 10, penalizza oltremodo la squadra di coach Vinti che avrebbe meritato almeno un punto di bonus Foto Corrierediragusa.it

Colleferro- Padua Ragusa: 38-10

Un Padua incerottato e senzaalcuni elementi chiave deve cedere ilpasso, come da pronostico al Colleferro. Il recupero,come da pronostico, va ai laziali anche se ledimensioni dlelasconfitta non renedono onore allabella e coraggiosa gara giocata dai ragusani. Alla fine il punteggio, 38 a 10, penalizza oltremodo la squadra di coach Vinti che, invece, avrebbe meritato almeno un punto di bonus.

L’inizio della sfida è tutto dei paduini, che costringono per almeno cinque minuti i padroni di casa nella propria metà campo. All´8´ i rossoneri dispiegano la loro arma letale: la mischia. Metro dopo metro i colleferrini si avvicinano all’area di meta iblea, Alessio Leo, va in meta. Fabrizio Pennese, continua la sua striscia positiva. 7 a 0. Nonostante la meta subita, il Padua non accusa il colpo e resta padrone del gioco, anche se però si tratta di un gioco sterile.

Sedici minuti dopo vanno in scena gli otto minuti che segneranno la partita.
24´: touche dei laziali nei 22 siciliani, e Manuel Panetti può andare indisturbato a tuffarsi in meta. Pennese non perdona. 14 a 0.
29´: Gianluigi Gualdambrini riesce a doppiare l’ala ragusana e si invola in meta senza ostacoli. Pennese concede il tris. 21 a 0. 32´: Poker di Pennese. 28 a 0 e partita che virtualmente si chiude qui.

Nell’intervallo coach Vinti ricarica i suoi. La partita la fa il Padua ma il risultato non si schioda dal 28 a 0 con cui si è chiusa la prima frazione di gioco. Al 62´ Adriano Scrofani buca la difesa rossonera. Il piede di Peppe Iacono non è preciso come lo è stato quello di Pennese. 28 a 5. Il Colleferro si scuote e si catapulta in attacco. Al 69´ si va sul 33 a 5. All´80´ Modica realizza una meta. Peppe Iacono sbaglia ancora la trasformazione. 33 a 10.L’arbitro decreta tre minuti di recupero e il Colleferro torna di nuovo a farsi pericoloso. E dopo un batti e ribatti sulla linea dei cinque metri ragusana, all’83´,è Marco Battistia violare la meta biancazzurra. Cerquozzi non trasforma e il signor Schipani fischia la fine delle ostilità.