Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 652
RAGUSA - 09/03/2014
Sport - Basket, serie C: i ragusani ora secondi in classifica insieme al Milazzo

Virtus mette sotto il Cocuzza con Di Stefano al top

Per Matteo Distefano 16 punti, 10 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi ed una sola palla persa, per la migliore perfomance, ad oggi, della sua carriera Foto Corrierediragusa.it

Cocuzza S. Filippo del Mela - Nova Virtus: 71-83

Cocuzza: Di Paola, Terrana 11, Melone 6, Scozzaro 14, Paulesu ne, Albana 6, Rizzo ne, Cocuzza ne, Colica 6, Balev 26, Imbesi 2. All. Romeo
Nova Virtus: Sorrentino Andrea 17, Distefano 16, Iabichella 10, Girgenti 4, Occhipinti ne, Iurato ne, Sorrentino Alessandro 14, Licitra 9, Boiardi 9, Schininà ne, Ferlito 4. All. Di Gregorio.

Arbitri: Savoca e Saeli di Bagheria.
NOTE – parziali: 19-26; 34-38; 58-58


Prezioso successo esterno della Nova Virtus che espugna il parquet del Cocuzza, quarto in classifica insieme al Licata, e aggancia il Milazzo al secondo posto, in attesa del match dei milazzesi contro Aci Bonaccorsi.

Privi di Giorgione Canzonieri e di Giuseppe Cascone i ragusani possono contare su Matteo Distefano (nella foto) che regala una prestazione mostruosa: 16 punti, 10 rimbalzi, 4 assist, 2 recuperi ed una sola palla persa, per la migliore perfomance, ad oggi, della sua carriera. La Nova Virtus parte bene e scava già nel primo «tempino» un solco importante: 19-26 al primo gong. I ragusani, però, non giostrano a meraviglia e latitano soprattutto in difesa dove il lungo Balev spadroneggia, ben coadiuvato da Scozzaro. All’intervallo lungo, il Cocuzza è di nuovo ad un passo (34-38).

Alla ripresa, la Nova Virtus continua a perdere troppi palloni, frutto di un nervosismo ingiustificabile e consente alla formazione di casa, ben guidata in cabina di regia da Mattia Terrana, di riagguantare la parità (58-58 al 30’).
Nell’ultima decisiva frazione, però, la formazione ospite fa valere i diritti della propria maggior classe, allargando via via la forbice, grazie ai canestri nel colorato di Matteo Distefano, per una volta eccellente alternativa al gioco perimetrale virtussino. A mettere il suggello sulla contesa, poi, i canestri degli esterni: da Ale ad Andrea Sorrentino, ben supportati anche dal play Licitra, da Iabichella e da Boiardi. Prezioso anche il mattoncino apportato da Girgenti e Ferlito.

Domenica prossima altro delicato confronto: la Nova Virtus, infatti, ospiterà il Licata.