Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 537
RAGUSA - 02/03/2014
Sport - Basket, serie C: i peloritani si sono presentati solo con sette giocatori

Virtus a valanga su un Messina in formato ridotto

C’è stata partita solo nei primi due quarti poi i virtussini hanno preso il soppravvento Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa-F.P. Sport Messina: 83-55

Nova Virtus: Sorrentino Andrea 24, Distefano 2, Iabichella 10, Girgenti 5, Occhipinti, Iurato, Sorrentino Alessandro 11, Licitra 7, Boiardi 14, Canzonieri, Cascone, Ferlito 6. All. Di Gregorio

F.P. Sport: Mirenda 6, Bonanno 3, Buono 21, Squillaci 4, Ponzù 4, Perrone 3, Sabarese 14. All. Paladina

Arbitri: Perrone e Tartamella di Trapani
NOTE – parziali: 18-13; 39-28; 62-39 Spettatori 400. Nessuno uscito per falli


Tutto facile per la Nova Virtus al debutto casalingo in poule promozione al cospetto di una F.P. Sport Messina falcidiata dall’influenza che, tra gli altri, mette out il temuto cecchino Claudio Cavalieri. Ai ragusani, perciò, basta premere sull’acceleratore per scavare un solco incolmabile, anche perché i peloritani, con appena sette effettivi, vanno presto in debito d’ossigeno.

Si apre con un doppio canestro di Iabichella, ma Messina replica con l’eccellente Buono, prima del primo break ragusano di 10-0 (14-4 al 6’) comunque rintuzzato dai tirrenici che, peraltro, vanno a segno solo con Buono e Sabarese (18-13 al 10’). Il fortino della Fp Sport resta in piedi anche nel secondo «tempino», anche se comincia a barcollare sotto il peso delle «bombe» di quelli di casa (saranno ben 12 alla fine, a fronte delle sole 2 degli ospiti). Sono Boiardi e Andrea Sorrentino, davvero irrefrenabili dall’arco grande, a scalfire la difesa di coach Paladina, ma è ancora Buono a metterci una pezza, tant’è che al gong dell’intervallo lungo la F.P. Sport è in qualche modo ancora in corsa (39-28 al 20’).

Alla ripartenza, però, la Nova Virtus prova l’accelerata, serrando soprattutto la difesa: «Zorro» Sorrentino è implacabile dalla lunetta, il fratello capitano Alessandro piazza un gran siluro, mentre Licitra e Matteo Distefano ci mettono il «mattoncino» così come il ritrovato Davide Boiardi. La F.P. Sport, soprattutto, non trova più il cesto e la forbice si allarga irrimediabilmente (62-39 al 30’) malgrado coach Di Gregorio abbia già dato spazio al baby Iurato ed agli esperimenti con Ale Sorrentino in cabina di regia e Canzonieri, afflitto da un malanno alla schiena, già da tempo in panca.
L’ultima frazione è mera accademia e serve solo al giovane Vito Ferlito per mettersi, ancora una volta, in gran mostra.

Sabato prossimo la Nova Virtus sarà di scena a San Filippo del Mela (che si è riscattata dopo la debacle con l’Aretusa vincendo sul campo del Cus Catania per 60-67), in uno scontro già decisivo per la griglia play-off. Sempre in auge l’Aretusa che ha travolto Cefalù (91-64).