Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1609
RAGUSA - 18/02/2014
Sport - Basket, A1: il campionato riprende e ripropone la sfida casalinga con Lucca

Passalacqua dopo la Final Four: rialzarsi e ripartire per tenere il 2° posto

Società e città promosse per l’organizzazione della Conad Cup Final Four 2014 che ha registrato una grande partecipazione Foto Corrierediragusa.it

La Passalacqua prova smaltire la delusione della Final Four e si rituffa nel campionato. L´eliminazione in semifinale da parte di Lucca è stata difficile da digerire ed è stata anche inattesa. Dal punto di vista tecnico-sportivo un passo indietro rispetto al campionato a causa della poca frequentazione da parte della squadra di eventi importanti dove si gioca ad eliminazione e la tensione sale al massimo. Bisogna crescere, come ha rilevato coach Nino Molino, e non bisogna dimenticare che il quintetto ragusano, ad onta del suo secondo posto in campionato,è solo una matricola di A1.

«Lo sport è questo – ha commentato il presidente della Passalacqua spedizioni, Gianstefano Passalacqua – si vince e si perde. Noi questa volta abbiamo perso, ma ci vogliamo rialzare subito, per crescere e per non fallire i prossimi appuntamenti». Il presidente della Legabasket femminile, Paolo De Angelis, ha reso l´onore delle armi alla società ed a tutta la città: «Ragusa oggi ha dimostrato di essere una piazza di grande importanza per il basket, e di avere grande passione. Vedere un palazzetto pieno come oggi, e sono sicuro che sarà altrettanto pieno anche per la finale nonostante l’assenza della squadra di casa, è qualcosa che non può che far bene a tutto il movimento».

Da domenica sarà campionato e per un semplice caso il calendario mette di fronte, ancora al palaMinardi, la Passalacqua e Lucca. E´ l´occasione per la rivincita e per vendicare l´eliminazione di Coppa. In palio c´è il secondo posto e coach Nino Molino non dovrà faticare molto per trovare le giuste motivazioni.