Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 890
RAGUSA - 08/02/2014
Sport - Calcio, Promozione: i camarinensi col morale alto per il rotondo successo nel turno di Coppa

Derby tra Real Biscari e S. Croce, Comiso a Canicattì

In casa verdearancio da verificare l’impatto delle ultime vicende societarie sulla squadra Foto Corrierediragusa.it

Le gare delle iblle nella 7a di ritorno:
Canicattì – Comiso
Real Biscari – Santa Croce


Nelle gare che interessano le ragusane di Promozione spicca il derby fra il Real Biscari e il Santa Croce mentre il Comiso giocherà fuori casa in una gara importante prima del suo turno di riposo.

Al derby Real Biscari e Santa Croce arrivano con diverse motivazioni. I biancocelesti acatesi tentano di sfruttare il fattore campo e la condizione psicologica favorevole del colpaccio esterno dell’andata quando al 93’ l’ex di turno Rizzo di testa segnò la rete della vittoria per la formazione del presidente D’Aparo. Adesso Rizzo gioca nella sponda opposta e, assieme al nuovo arrivato Bonarrigo, potrebbe essere stavolta per il Santa Croce l’uomo partita. Il Real Biscari è a secco di punti da diverse gare e vorrà tentare, con l’atmosfera del derby che potrebbe sospingerlo, di confermare l’andamento favorevole dell’andata. Nei padroni di casa mancheranno Iapichino e Maliani, squalificati, mentre è incerto l’utilizzo di Migliore a causa dei postumi di un infortunio.

Il Santa Croce cerca invece la prima vittoria fuori casa del campionato che manca ancora nel palmares di questa stagione. Il primato negativo è mancato per un soffio in diverse occasioni, vuoi per clamorosi errori arbitrali, vuoi per una certa dose di superficialità dell’undici biancazzurro, sebbene in situazioni favorevoli. In base alla classifica, il Santa Croce potrebbe sperare nel colpaccio esterno ma la gara da ultima spiaggia degli avversari non aiuta l’undici allenato da La Vaccara e Buoncompagni a realizzare questo risultato. Sarà comunque una gara infuocata, animata dalle rispettive tifoserie che daranno un tocco pittoresco alla gara. Nel Santa Croce mancherà ancora l’allenatore-giocatore La Vaccara, per i postumi di un infortunio e il centrocampista Nasello, due pedine importanti, il primo per dare qualità al settore più avanzato e il secondo per confermare gli enormi progressi a metà campo giunti anche con l’innesto di Bonarrigo.

Partita decisamente difficile per il Comiso sia perché la gara viene affrontata lontano dalle mura di casa sia per le tante vicissitudini degli uomini di Lucenti che si sono dovuti allenare a Chiaramonte Gulfi, sobbarcandosi dei disagi non indifferenti. In ultimo, anche i fatti che hanno coinvolto in vicende giudiziarie il presidente dei verdearancio Di Stefano hanno scosso l’ambiente e i giocatori, che potrebbero risentirne nel loro impegno agonistico. Il Comiso va a Canicattì senza Gurrieri ancora squalificato e con Angelo Tumino assente per infortunio.