Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 862
RAGUSA - 23/01/2014
Sport - Basket, A1: oggi difficile match sul parquet del Carispezia che insegue le ragusane in classifica

La Passalacqua deve pensare a smaltire la delusione Schio

Coach Nino Molino chiede alla squadra una reazione immediata dopo la sconfitta infrasettimanale contro le venete Foto Corrierediragusa.it

Lavoro più sulla testa che sulle gambe. Nino Molino ha radunato la squadra ed ha analizzato la sconfitta contro Schio.Le sue atlete hanno peccato in difesa e nei rimbalzi in particolari e qualcuna, vedi Malashenko e Micovic, che a Cagliari erano state tra le più positive, è stata inferiore alle attese. Molino ha chiesto alla squadra di dimenticare Schio e pensare subito al riscatto perchè contro Carispezia sarà davvero dura.

Spezia è stato il quintetto che ha inflitto alla capollista l´unica sconfitta e vuole recuperare punti in classifica agganciando quel secondo posto tuttora occupato dalle biancoverdi. La Passalacqua ha l´handicap delle tre partite in una settimana che è chiamata a disputare. Troppe per un roster dove le scelte sono limitate e dove si fanno sentire gli acciacchi. Molino chiede uno sforzo e soprattutto il riscatto immediato per evitare il terzo stop del campionato.

E´ successo mercoledì:
Passalacqua Ragusa-Famila Schio: 60-67
parziali: 21-13, 36-34, 50-52

Passalacqua: Micovic 3, Gatti 2, Williams 30, Wlaker 16, Malashenko 6, Wabara 1, Galbiati 2, Soli, Valerio, Richter.

Famila Schio: Sottana 7, Honti 4, Masciadri 6, Vandersloot 10, Godin 9, Nadalin 14, Ress 6, Macchi 11


Grande spettacolo in un PalaMinardi al limite della capienza (nella foto). Alla fine i tre mila spettatori hanno applaudito tutte vincitrici e vinte. Ragusa ha perso ma è uscita dal parquet con grande onore. Ora la Passalacqua è seconda in classifica a due punti dalle venete e domenica affronta un altro avversario ostico come La Spezia. Il quintetto biancoverde ha dato filo da torcere alle campionesse d´Italia e per alcuni tratti le ha messe anche sotto. Sicuramente nel primo quarto quando Ragusa ha toccato il massimo del vantaggio grazie ad una Williams in serata ispirata. Il secondo quarto vede il ritorno delle venete che si organizzato attorno alla francese Godin.

Schio comincia a vincere palle su palle sottocanestro e mette in difficoltà la difesa biancoverde. Il match si gioca sul filo del vantaggio. E´ così anche nel terzo quarto quando Schio accelera, raggiunge anche sette punti di vantaggio ma la Passalacqua è brava a ribattere colpo su colpo. Williams, migliore realizzatrice e rimbalzista, si batte ma Malashenko non è in serata ed è molto imprecisa anche dalla lunetta. L´ultimo quarto comincia con il vantaggio delle venete di due punti e la Passalacqua si porta ancora sul pari; poi cede anche sul piano fisico e sa gestire la gara al meglio. Il vantaggio si allunga e Ragusa arranca anche se cede solo di sette punti. Applausi per tutti per una bella serata di sport.

Sala Stampa
"Ci abbiamo provato" - dice Nino Molino -«Per battere Schio devi giocare una partita perfetta, e noi qualche piccolo errore l’abbiamo fatto ma, detto questo, non posso che essere molto soddisfatto della prestazione della squadra. I loro 12 rimbalzi in attacco ci hanno fatto molto male, ed inoltre hanno avuto 35 punti dalla panchina mentre noi soltanto 3 e questo non significa che le nostre siano scarse e loro dei fenomeni, ma significa che hanno avuto una buona distribuzione di punti. Questo tipo di partite sono abituati a giocarle e a differenza delle nostre giocatrici sono anche abituate a giocare ogni 3 giorni. Abbiamo fatto un po’ di confusione in attacco nella seconda parte di gara e questo di solito non succede: probabilmente c’è stato un briciolo di stanchezza. La notizia – ha concluso il coach biancoverde - non è che una squadra italiana perde due partite contro Schio, ma che dopo 14 partite si trova in testa a pari punti con Schio».