Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 725
RAGUSA - 19/01/2014
Sport - Calcio, Promozione: verdearancio due volte in svantaggio recuperano e recriminano

Comiso pari a Gela, S. Croce vince e convince col Grotte

Un gol per tempo con La Vaccara e Vasile. Buona prova di Bennardo e Naselloa centrocampo Foto Corrierediragusa.it

le partite delle iblee (4a giornata di ritorno, 19 gen 2014)

Atletico Gela - Comiso 2 – 2
Santa Croce – Libertas 2010 2 – 0
Riposava il Real Biscari


Splendida vittoria del Santa Croce, la seconda consecutiva, anche questa contro una formazione di vertice. La Libertas 2010 di Grotte infatti, oltre ad essere terza in classifica, è squadra solida e ben organizzata che ha costruito molto durante la gara, ben sette occasioni da rete nei novanta minuti, sciupando il gol in modo incredibile in almeno due occasioni. Anche il Santa Croce ha confezionato tante palle gol e ha confermato i notevoli progressi visti da due-tre turni con l’inserimento di Rizzo e di Bonarrigo ma anche con le conferme dei progressi di Bennardo e Nasello a centrocampo e della squadra in generale. La formazione biancazzurra sembra avviata a consolidare un miglioramento nel gioco e nella capacità di reagire e reggere i novanta minuti, mostrando anche una evoluzione nel carattere e nella capacità di sapersi adattare all’avversario.

I gol giungevano al 33’ del primo tempo da calcio di rigore trasformato da La Vaccara che lo stesso bomber ex Ragusa si procurava e al 47’ della ripresa con un colpo di testa del nuovo entrato Vasile che raccoglieva la sfera da tiro da calcio d’angolo. Diverse palle gol del Santa Croce sono state rintuzzate dal giovane portiere ospite Savaia che ha compiuto determinanti parate risultando il migliore in campo. Anche il portiere locale Gurrieri ha compiuto diverse ottime parate.

Il Comiso pareggia contro l’Atletico Gela e il risultato gli sta stretto perché la formazione verdearancio ha, alla lunga, dominato gli avversari, contro i quali però la sfortuna e una certa imprecisione degli avanti non gli ha permesso di concretizzare questa superiorità. Atletico Gela in vantaggio intorno al quarto d’ora del primo tempo da azione di contropiede per un errore difensivo verdearancio. Il Comiso pareggiava al 30’ con Leone e poteva andare sul 2-1 se prima lo stesso Leone e poi Messina non sciupavano due facili occasioni. Nella ripresa gelesi ancora in vantaggio, ancora al minuto 15’, con una rete di testa di Domicoli. Al 20’ veniva espulso per proteste Alma e il Comiso rimaneva in dieci uomini ma giungeva lo stesso al pareggio al 25’ con Angelo Tumino. Sebbene in inferiorità numerica il Comiso, dalla rete del pareggio in poi, prendeva in mano le redini del campo grazie anche ad un calo fisico degli avversari che badavano a mantenere il pareggio. La formazione di Lucenti però cercava di ottenere la vittoria confezionando nel finale ben quattro occasioni da rete, grazie a Leone, Messina e Tumino, ma il gol non si concretizzava e la formazione verdearancio doveva accontentarsi del pari.