Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 335
RAGUSA - 15/01/2014
Sport - Rugby, serie B: non omologata dalla Lega la gara contro il Rieti per aggressione all’arbitro

Il Padua si rinforza e prepara la rincorsa alla salvezza

Presi Alessandro Denaro e Lorenzo Castiello, mentre Giordano Pluchino, Max Nicita e Alessandro Bellina, torneranno alla vestire i colori dell’Audax Clan Foto Corrierediragusa.it

Il Padua si riorganizza per centrare la salvezza. La società ha infatti deciso una serie di movimenti in entrata ed in uscita per mettere a disposizione del tecnico Ferrara alcuni rinforzi. Si tratta di Alessandro Denaro e Lorenzo Castiello, mentre Giordano Pluchino, Max Nicita e Alessandro Bellina, torneranno alla vestire i colori dell´Audax Clan.

Per Denaro e Castiello si tratta di un ritorno, visto che i due erano stati dati in prestito a inizio stagione all´altra squadra ragusana. Con il loro innesto i due coach paduini, Ferrara (nella foto) e Iacono, avranno due frecce in più da sfruttare per il proseguo del campionato. Castiello è un flanker e Denaro può essere utilizzato sia come terza linea che, anche alla luce della partenza di Bellina, come centro.

Queste sono le ultime dal punto di vista tecnico. Da quello disciplinare, invece, il Giudice Sportivo ha deciso di non omologare la gara tra gli Arieti di Rieti e il Padua Rugby Ragusa, giocata il 22 dicembre e valevole per l´ultima di andata del campionato di serie B.

L´incontro era ormai nettamente in mano ai padroni di casa che, a meno di un minuto dal triplice fischio finale, conducevano per 51 a 28 su un Padua che aveva perso la bussola nella seconda metà della partita e che in quei frangenti stava attaccando a tutto organico alla ricerca della quarta meta, marcatura che avrebbe dato ai biancazzurri almeno il punto di bonus.

Durante un batti e ribatti sulla linea di meta reatina, all´improvviso, un gesto sconsiderato di un giocatore reatino, Alfredo De Angelis, aveva costretto il signor Giuseppe Campobasso della sezione di Ancona a mandare anzitempo i giocatori negli spogliatoi. La sentenza del Giudice Sportivo paarla chiaro: non omologazione della partita e squalifica di sei mesi a De Angelis per"aggressione all´arbitro" come recita il comunicato ufficiale.