Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1376
RAGUSA - 03/01/2014
Sport - Calcio, serie D: è la seconda della stagione dopo quella di Agropoli

Il Ragusa resta a casa, no alla trasferta di Battipaglia

Non ci sono soldi e tutti tentativi di salvare la società sono, finora, falliti. Almeno 50 mila euro di debiti da coprire Foto Corrierediragusa.it

E´ certa la rinuncia alla trasferta a Battipaglia. Il Ragusa resterà a casa ed oltre a perdere la gara a tavolino sarà penalizzato di un punto e dovrà pagare una multa di mille euro. E´ la seconda rinuncia della stagione dopo quella di Agropoli. Il tecnico Salvatore Utro ha incontrato i giocatori superstiti, appena otto, ed ha comunicato loro la decisione alla luce del disimpegno del presidente Nicola Savarese e del fallimento della trattativa per l´ulteriore passaggio della società. La squadra in settimana non si è allenata, tranne una volta, per la chiusura dell´Aldo Campo e la situazione è veramente al limite della definitiva rottura.

Il tentativo è di prepararsi ad affrontare l´Akragas in casa e la Gioiese in trasferta nelle prossime due domeniche per evitare ulteriore penalizzazioni ma soprattutto la radiazione. L´attenzione è tutta punta su palazzo dell´Aquila dove l´assessore allo sport Massimo Iannucci sta cercando di coinvolgere sportivi ed imprenditori per salvare almeno la stagione e la stessa sopravvivenza della società. Tentativo disperato anche perchè ci sono almeno 50 mila euro di debiti da pagare ed il punto fermo è che l´amministrazione non può farsi carico di quest´onere.