Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 952
RAGUSA - 03/01/2014
Sport - Basket, A1: grande attesa in casa veneta per l’arrivo della capolista siciliana

A S. Martino inizia il gennaio terribile della Passalacqua

A fine mese tre partite in una settimana, tra cui lo scontro casalingo contro la capolista Schio Foto Corrierediragusa.it

La Passalacqua affronta la prima trasferta dell´anno sul parquet del "Tombolato" a S. Martino di Lupari. Il quintetto biancoverde è favorito per la vittoria visto che le padovane sono nella parte bassa della classifica, terzultime a quota sei punti. La gara contro la capolista è molto attesa e vicende definita "proibitiva" per le "lupe" locali. La Passalacqua si presenta nella sua migliore formazione ad eccezione di capitan Mauriello, che sta comunque recuperando e dovrebbe già essere in campo a fine mese. Coach Nino Molino deve tuttavia fare i conti con le condizioni fisiche di Ashley Walker e Riquna Williams che sono rientrate da poco dal´America e sono a corto di allenamento. La fiducia per mantenere la vetta della classifica è tanta in casa biancoverde.

Dice il presidente Gianstefano Passalacqua a consuntivo della prima parte della stagione: "Dopo un 2013 davvero colmo di emozioni ci attende un anno sportivo che, sintetizzando, può essere definito interessante. Siamo in corsa verso obiettivi importanti, la società è pronta, la squadra pure. Sicuramente correremo.I primi mesi di questo 2014 saranno cruciali. L´anticipo della decima giornata di ritorno contro Schio, fissato come turno infrasettimanale il 22 gennaio, rappresenterà il momento topico. La squadra verrà da una trasferta importante contro il Cus Cagliari e dovrà affrontare, nuovamente fuori casa, la Virtus La Spezia. Una settimana quindi molto impegnativa, alla fine della quale sapremo con certezza di che pasta siamo fatti. Abbiamo 12 cestiste all´altezza della massima serie, il roster è completo e, a dispetto delle altre realtà presenti in A1, non abbiamo davvero bisogno di ulteriori rinforzi. Aggiungere ancora giocatrici significherebbe creare solo problemi".