Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 839
RAGUSA - 30/12/2013
Sport - Calcio, Eccellenza: le sorti della società appese ad un filo e Savarese si appella al sindaco

Da Napoli a Torino: il Ragusa diventa merce di scambio

Il presidente vuole cedere la società ad un suo parente, imprenditore piemontese, di cui poco o nulla si sa Foto Corrierediragusa.it

Toh, chi si risente! Nicola Savarese (nella foto) esce dal silenzio e cerca di ribaltare su sindaco ed amministrazione la responsabilità di quanto succede al Ragusa in questi ultimi mesi. Savarese non intende rientrare in ballo, se ne guarda bene, ma sponsorizza un suo imprecisato parente, un imprenditore piemontese che sarebbe disponibile a rilevare la società. Da Napoli a Torino, insomma, per finire a Ragusa.

Sono in tanti, per fortuna, ma ahimè, troppo tardi,ad avere toccato con mano progetti di carta e parole vuote che non hanno risolto nulla e portato la società azzurra sull´orlo del baratro. Savarese tuttavia ci crede e scrive in un comunicato ufficiale: "Tengo a precisare che la trattativa per spingere l’imprenditore piemontese ad investire sulla squadra è ancora in piedi. Si tratta di una trattativa che ancora è in fase di discussione. Pertanto smentisco tutte le notizie che riportavano una chiusura della vicenda. Anzi, tengo a precisare, che adesso è l’amministrazione comunale che deve iniziare a valutare la seria proposta dell’imprenditore piemontese, a risollevare le sorti della società e di conseguenza di una città che rischia di essere calcisticamente umiliata agli occhi dell’Italia intera.»

«Credo che il sindaco e l’assessore allo sport del comune di Ragusa, abbiamo il «dovere» di concludere positivamente la trattativa in modo da poter continuare e concludere il campionato in corso.» Insomma ci pensino Piccitto e Iannucci a risollevare le sorti del Ragusa perchè, se fallimento sarà, la colpa è tutta loro. Enzo Vito e Nicola Savarese? Illustri sconosciuti o benefattori mancati! Fate voi.