Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 674
RAGUSA - 22/12/2013
Sport - Calcio, Promozione: la prima di ritorno non arride alle formazione iblee

Pari per Comiso e S. Croce, perde il Real Biscari a Grotte

Mascara recupera il gol di svantaggio per i verdearancio. Si ritorna in campo a gennaio Foto Corrierediragusa.it

Aquila Sammichelese – Jobbing Santa Croce 2 – 2
Comiso – Sporting Club Racalmuto 1 – 1
Libertas 2010 Grotte – Real Biscari 3 – 1

Non hanno chiuso in bellezza l’anno solare le tre formazioni iblee di Promozione che hanno pagato più del dovuto sul piano dei risultati sebbene tutte hanno disputato delle gare ricche di impegno e carattere.

La Jobbing Santa Croce ha pareggiato sul campo dell’Aquila Sammichelese cedendo alla lunga al ritorno degli avversari dopo aver iniziato molto bene la partita. Nel primo quarto d’ora, infatti, la formazione biancazzurra si trovava già in vantaggio per 2-0 grazie agli esiti della buona sintonia fra le due punte, il nuovo arrivato Rizzo e il sempre attivo La Vaccara (nella foto). Proprio quest’ultimo realizzava il vantaggio all’8’ dopo aver raccolto una palla pennellata da Rizzo con un lancio smarcante in area. Al 15’ La Vaccara crossava in area per Rizzo che, dal centro dell’area piccola, realizzava. La Jobbing non si rilassava ma cercava anzi di chiudere la gara riuscendoci quasi con Rizzo e La Vaccara che sfioravano il terzo gol. Sul finale invece i padroni di casa accorciavano le distanze con un gol di testa da un cross dal fondo. Nell’intervallo rimaneva negli spogliatoi Rizzo per infortunio e nella ripresa anche Nasello lasciava per infortunio. Complice il solito calo fisico, i biancazzurri subivano poi il ritorno della squadra di casa che pareggiavano al 25’ a seguito di un’azione in contropiede.

Sfortunato il Comiso di mister Lucenti che, seppur dominando per tutti i novanta minuti, sono stati costretti al pareggio in casa da una formazione ben quadrata ed esperta come il Racalmuto che ha impostato una partita di contenimento, chiudendosi in difesa e sfruttando un calcio da fermo. Primo tempo senza reti ma con il Comiso protagonista di diverse occasioni da gol, alcune anche clamorose. Nella ripresa invece andavano in vantaggio gli ospiti con un calcio di punizione ma venivano raggiunti dai verdearancio con Mascara che trasformava in rete anch’egli da calcio di punizione. Il resto della frazione era tutto per il Comiso che sfornava tante azioni offensive ma sia i legni della porta che il portiere ospite impedivano il vantaggio.

Partita segnata anche quella del Real Biscari che è stata sconfitta dalla terza in classifica sebbene fosse passata in vantaggio nel primo tempo con Pecorari dopo una bella e corale azione degli avanti biancocelesti. Nella ripresa la formazione allenata da Nicola Dolce produceva una prestazione opaca e di tono nettamente minore rispetto al primo tempo con i locali che, alla lunga, mostravano buon gioco e ottimi fraseggi prima pareggiando al 12’, poi passando in vantaggio al 25’ ed infine arrotondando il punteggio al 90’.