Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:11 - Lettori online 1721
RAGUSA - 08/12/2013
Sport - Calcio, Promozione: nell’anticipo battuta d’arresto per i verdearancio di Lucenti

S. Croce e Real Biscari vincono, Comiso perde in extremis

I camarinensi sono tornati alla vittoria dopo otto giornate, salutare successo per gli acatesi. Nicola Dolce in campo a 51 anni! Foto Corrierediragusa.it

Le partite delle iblee (14ma giornata, 8 dic. 2013):

Accademia Empedoclina – Comiso : 2-1
Jobbing Santa Croce – Atletico Gela: 1-0
Real Biscari – Canicattì: 3-2


A. Empedoclina- Comiso: 2-1
Marcatori: 19´pt Zambito, 32´pt Messina, 47´st Farruggio

Comiso: Grimaudo, Guccione, Nei, Maliani, Palma, Fazio, K. Valerio, Satta, Messina, Curreri, R. Valerio.


Il Comiso perde la concentrazione e paga con la sconfitta sul campo dell´Empedoclina. Il gol vittoria è venuto su una punizione calciata da Di Salvo e spizzicata da Zambito. Entra Farruggio e mette dentro. Peccato per i verdearancio che dopo avere recuperato subito il gol con una azione da manuale in contropiede nel secondo tempo avevano colpito una clamorosa traversa con Satta che ha anche avuto una seconda occasione per portare i suoi in vantaggio. Così non è stato ed il Comiso ha pagato dazio.

La Jobbing Santa Croce torna ad assaporare i tre punti dopo ben due mesi senza successi. La formazione biancazzurra, dopo un lungo periodo di infortuni e squalifiche ha potuto schierare in campo Cascone, Buoncompagni e La Vaccara e il nuovo arrivato Vasile, già lo scorso campionato in forza al Santa Croce. La Jobbing ha saputo tenere bene il campo, soffrendo solo nella prima metà del primo tempo quando non è riuscita a trovare un buon equilibrio per via degli scarsi sincronismi di gioco dovuti ai rientri dagli infortuni e a una certa apprensione di ritrovare risultati e gioco. Alla lunga però, trascinati dal bomber-allenatore La Vaccara, i ragazzi del presidente Agnello riuscivano a passare in vantaggio con un rigore trasformato dallo stesso La Vaccara, a condurre in porto la gara e a incamerare tre importanti punti per allontanarsi dalla zona play out. (nella foto: Bennardo rinvia a centrocampo)

Anche il Real Biscari ritorna ad assaporare i tre punti dopo sette giornate, grazie ad una caparbia partita giocata contro una formazione di alta classifica come il Canicattì. Merito di Nicola Dolce, il nuovo allenatore della formazione biancoceleste che, a 51 anni suonati, è entrato in campo e orchestrato dal rettangolo di gioco i suoi ragazzi ai quali ha infuso una buona dose di metodicità e organizzazione di gioco. Passati in vantaggio al 12’ con Pecorari, gli uomini di Dolce subivano il pareggio dopo qualche minuto ma tornavano in vantaggio sul finale di tempo con Migliore e si portavano sul 3-1 a metà della seconda frazione di gioco. Il Real Biscari subiva il 3-2 a dieci minuti dalla fine ma otteneva però la vittoria riuscendo nel finale a controllare le sfuriate avversarie.