Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 680
RAGUSA - 05/12/2013
Sport - Calcio, serie D: corsa contro il tempo per scendere in campo domenica contro l’Orlandina

Savarese si è dimesso. Il Ragusa torna ai ragusani ma è dura

Una cordata rappresentata da esponenti del mondo calcistico locale ed alcuni imprenditori dovrebbe subentrare dopo cinque mesi di travagli Foto Corrierediragusa.it

Nicola Savarese (nella foto: a sin. con il vicesindaco Iannucci) lascia ed il Ragusa torna ai ragusani. Entro la settimana una nuova dirigenza formata da esponenti del mondo calcistico locale, affiancati da alcuni imprenditori, assumerà la guida del Ragusa Calcio. L´obiettivo è salvare il salvabile e quindi la categoria o comunque il titolo sportivo pur retrocedendo in Eccellenza. L´esito dell´incontro avuto tra Nicola Savarese e l´amministrazione comunale rappresentata dal vicesindaco Massimo Iannucci ha avuto un esito complessivamente positivo anche se ancora la nuova struttura societaria dovrà essere costituita. All´incontro erano presenti il segretario Mario Mirabella, il collaboratore Salvo Boncoraglio e Massimo Agosta che da consigliere comunale ha seguito da bicino le sorti del Ragusa Calcio.

Savarese ha gettato la spugna perchè non ha trovato collaborazione: "Ho ereditato una patata bollente ma io sono stato puro e trasparente. Ho avuto tante promessi ma sono stato lasciato solo. Ora sento parlare di imprenditori pronti a subentrare, mi auguro che lo facciano e salvino il Ragusa".Dopo una parentesi di cinque mesi dunque il Ragusa torna alla città e questo è stato motivo di orgoglio sia per il vicesindaco ed assessore allo sport sia per il consigliere Agosta. Ora, tuttavia la città si deve dimostrare in grado di recuperare il terreno perduto e di assicurare una vita serena alla società.

Non è facile perchè il Ragusa si ritrova con appena otto elementi in rosa visto che tutti gli altri sono fuggiti. Per domenica contro l´Orlandina pervia delle squalifiche sono cinque gli uomini sui quali Salvatore Utro potrà contare. Troppo poco e bisogna correre ai ripari. Si tratta di Rao, Licitra, Tumino, De Souza, Vignolo, Milazzo e Iozzia. Questi ultimi due sono squalificati così come lo è Alma per ben sette turni. Il capitano Ferla è rimasto a Palazzolo e si parla di un suo passaggio al Siracusa, l´argentino Vignolo è in attesa del cartellinamento. I dirigenti stanno cercando di recuperare i giocatori che sono andati via ma non sarà facile. Intanto c´è una mula da pagare, mille euro, per la rinuncia alla gara contro l´Agropoli. Come dire, piove sul bagnato.