Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 410
RAGUSA - 01/12/2013
Sport - Calcio, serie D: i tifosi hanno chiesto all’amministrazione di rilevare subito la società

Il Ragusa non è partito per Agropoli, Savarese lascia

I giocatori si sono dati appuntamento a martedì prossimo per preparare la gara contro l’Orlandina Foto Corrierediragusa.it

Come previsto e prevedibile non ci sono stati margini per presentarsi con undici uomini sul campo di Agropoli. Il Ragusa non è partito per la città campana ed i giocatori sono rimasti tutti a casa. Fino all´ultimo il tecnico Salvatore Utro ha cercato di salvare il salvabile mettendo insieme undici giovani ma non c´è stato nulla da fare. Oltre ala perdita della gara la squadra avrà un punto in meno in classifica perla penalizzazione e scenderà a -4 diventando l´ultima. L´appuntamento è ormai fissato per martedì quando i dirigenti locali e gli sportivi incontreranno l´amministrazione comunale per cercare di venire fuori da una situazione incresciosa che mettere a rischio anche il titolo sportivo. Tutto da verificare se sarà presente il presidente Nicola Savarese che, come il suo predecessore Enzo Vito, è scomparso.

Il caos in casa azzurra

Il Ragusa non va ad Agropoli. Perderà la partita a tavolino e subirà un punto di penalizzazione in classifica. Nicola Savarese non ha i soldi per affrontare la trasferta in Campania e per la verità non si è fatto neppure vedere. Il suo arrivo in città è previsto per la prossima settimana quando dovrebbe, il condizionale è quanto mai d´obbligo, consegnare la squadra al sindaco.

Una delegazione di ultras e di sportivi ieri hanno incontrato il vicesindaco Massimo Iannucci al quale hanno fatto la cronistoria degli eventi da agosto a questa parte. Una serie di fallimenti e prese in giro che sono culminati nella presidenza Savarese che ha scoperto, con colpevole ritardo, di non essere in grado di affrontare il campionato, fatto del quale i giocatori hanno preso atto. Hanno lasciato Ragusa e quanti hanno deciso di restare si sono dati appuntamento per martedì prossimo per preparare la gara interna contro l´Orlandina.

Anche ieri un calvario per i giocatori che si sono presentati al campo e non si sono potuti allenare. Il magazziniere se ne è andato e tutto il materiale sportivo non è disponibile. Salvatore Utro ed il preparatore atletico Giuseppe Stracquadaneo hanno dovuto prendere atto della situazione. Tutti in libera uscita perchè al Ragusa sono rimasti soltanto solo gli affezionatissimi che sono il segretario Mario Mirabella, il team manager Giovani Criscione, il dirigente accompagnatore Emanuele Distefano.