Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 642
RAGUSA - 18/11/2013
Sport - Rugby, serie B: sesta sconfitta peri paduini che hanno un avvio infelice

A Viterbo il Padua Rugby è strapazzato ma vivo, 34-14

I ragusani hanno incassato 6 mete, perso parecchie touche, subìto in mischia, ma sono stati sempre in partita Foto Corrierediragusa.it

Viterbo-Padua Ragusa: 34-14

Sesta sconfitta per il Padua a Viterbo. Avversari tosti e tecnici ma il Padua, come di solito accade in questo inizio stagione ha regalato i primi 15´ ai laziali.

Il Padua ha incassato 6 mete, ha perso parecchie touche, ha subito in mischia, ma è stato sempre in partita, almeno mentalmente, non ha mai abbassato la testa, e ha giocato la sua onesta gara. Ha però avuto la sfortuna di trovarsi di fronte un Viterbo davvero in palla.L’inizio è quello classico di quest’inizio di stagione con gli avversari che attaccano e il Padua che si difende ma subisce.
La prima zampata dei padroni di casa arriva al 5´ e a darla è Stefano Bocchino che batte veloce una punizione sui cinque metri iblei prendendo di sorpresa la difesa biancazzurra. Andrea Menghini sbaglia la conseguente, e non facile, trasformazione. 5 a 0.

Il Viterbo è squadra quadrata, con una mischia pesate e forte, e una linea di trequarti veloci e ficcanti. Così la seconda meta non tarda ad arrivare. Siamo al 12´, la marcatura è accreditare a Menghini: 12 a 0.
Passano cinque minuti ed è nuovamente la mischia a fare la differenza. Touche nei 22 biancazzurri, carrettino neroverde e il pilone Luca Desana ferisce per la terza volta la difesa ospite. Menghini trasforma. 19 a 0.
Allo scadere del primo tempo una bella galoppata dei trequarti, con l’estremo Michele Belli protagonista assoluto dell’azione e della partita, i suoi inserimenti sono stati veramente devastanti, manda Menghini a segnare la sua seconda meta personale. Lo stesso non trova i pali. 24 a 0 e squadre al riposo.
Nella ripresa il copione non cambia. A fare la partita, a dettare i tempi, sono sempre i padroni di casa, con i ragusani che pur non dandosi mai per vinti, arrancano. Troppo grande è la differenza tra le due squadre.
Al 44´ altro bell’inserimento dell’estremo viterbese che si beve la difesa iblea e va a segnare la quinta meta per la sua squadra, anche se l’azione ci è sembrata viziata da un precedente avanti neroverde non visto dall’arbitro. Menghini sbaglia ancora. 29 a 0 e partita che si chiude qui.

Iniziano allora i cambi. Al 49´ Fabio Baglieri entra al posto del debuttante Giuseppe Modica, ponendo fine all’esperimento di schierare il piccolo dei fratelli Modica come mediano di mischia, con il conseguente spostamento di Emanuele Minardi all’apertura e con capitan Iacono adattato a secondo centro. Nell’insieme l’esperienza non è stata negativa, ma l’impatto sulla gara di Minardi e Iacono schierati nei loro ruoli naturali è decisamente più forte.
Al 51´ Mario Bella cede il suo posto a Paolo Bellio. Al 54° esce Francesco Migliorisi per Andrea Battaglia e quattro minuti entra Giovanni Raspaglia per Michele Campanella.

Al 61´ però arriva la sesta meta per la squadra di casa, al termine di un’altra bella azione dei trequarti. A segnarla è Mattia Cecchetti. Andrea Menghini grazia ancora i ragusani. 34 a 0.Le forze fresche danno nuova linfa al gioco del Padua; in contemporanea i padroni di casa probabilmente mollano un po’ e così viene fuori il gioco degli iblei. Al 68´ e al 77´ sono Gabriele Calamaro e Stefano Iacono, con due mete delle loro, a rendere meno amara la sconfitta per la propria squadra. Entrambe le marcature vengono trasformate dal capitano biancazzurro.

Poi arriva il fischio che manda tutti a fare una doccia calda.