Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 925
RAGUSA - 17/11/2013
Sport - Calcio, Promozione: Real Biscari acciuffa il pari allo scadere contro Gela

Leone dà la vittoria al Comiso, S. Croce battuto a Racalmuto

Troppe assenze nella squadra di La Vaccara che aveva recuperato il primo gol subito Foto Corrierediragusa.it

Le partite delle iblee, 11ma giornata (17 nov 2013)
Atletico Gela - Real Biscari 1 – 1
Comiso – Aragona 3 – 2
Sporting Club Racalmuto – Jobbing Santa Croce 2 – 1


Una vittoria, un pareggio e una sconfitta per le formazioni ragusane che riscattano in parte le prestazioni dei precedenti turni e confermano le difficoltà già incontrate in passato nelle partite fuoricasa e con le squadre agrigentine.

Acciuffa il pareggio al 93’ il Real Biscari nella sfida con l’Atletico Gela, impelagato anch’esso nelle posizioni di bassa classifica. Le due formazioni hanno dato vita ad una partita combattuta dove si sono visti notevoli progressi da parte della compagine biancoceleste acatese la cui assenza di Rizzo in avanti ha pesato parecchio nell’economia del gioco della squadra di Monachelli. Atletico Gela che passava in vantaggio al 15’ del primo tempo dopo una incursione da centrocampo che sorprendeva la difesa acatese. Ospiti che non reagivano per tutto il resto del primo tempo. Nella ripresa il Real Biscari teneva meglio il campo ma risultava ancora poco incisivo in avanti. A tempo quasi scaduto, da un lancio dalla trequarti di Rotondo, la difesa locale si faceva trovare impreparata e confezionava una clamorosa autorete che consentiva al Real Biscari di portare a casa un punto prezioso.

Il Comiso torna alla vittoria dopo cinque turni, riprendendo una partita che era iniziata nel peggiore dei modi con un gol a freddo subito già al primo minuto. Dopo un quarto d’ora però la formazione verdearancio riconquistava la parità grazie ad un gol di Santangelo e passava addirittura in vantaggio al 28’ con una rete di Consalvo. Nella ripresa però gli ospiti scendevano in campo ben determinati e coglievano il 2-2 al 20’ con un pallone a scavalcare la difesa locale. Comiso che non si disuniva e, a dieci minuti dalla fine, coglieva il meritato successo con un gran tiro da fuori aria di Ciccio Leone che si insaccava sul set alto della porta ospite. Buona la prestazione della formazione di Lucenti, a parte i primi quindici minuti iniziali, che la proiettano a ridosso della zona play off.

Stagna invece nella posizione a ridosso dei play out la Jobbing Santa Croce che perde per 2-1 con un’altra formazione agrigentina, lo Sporting Club Racalmuto, che ha approfittato delle assenze importanti nella formazione biancazzurra: La Vaccara, non schierato dall’inizio e Occhipinti e Amenta, infortunatisi nel primo tempo. La compagine biancazzurra subiva un gol a freddo al 3’ ma aveva due occasioni per pareggiare con Amenta, sciupate per poco.

Nella ripresa i locali si chiudevano in difesa e il Santa Croce spingeva in avanti per il pareggio che giungeva con un calcio di punizione dal limite trasformato da Quintana. Il pareggio metteva le ali ai biancazzurri che avevano l’occasione per il 2-1 con Lentini che, solo davanti al portiere, mancava la realizzazione. Non mancavano invece il gol i locali che sfruttavano una indecisione della difesa biancazzurra da un calcio d’angolo dubbio concesso dal direttore di gara.