Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 580
RAGUSA - 16/11/2013
Sport - Calcio, Promozione: al S. Croce 3-0 a tavolino della partita di Coppa contro il Comiso

Il Comiso cerca il ritorno alla vittoria, S. Croce a Racalmuto

Real Biscari a Gela per rimettersi in marcia e superare la crisi di risultati

11a di andata. Le partite delle iblee:
ATLETICO GELA – REAL BISCARI
COMISO – ARAGONA
RACALMUTO – JOBBING SANTA CROCE


Ci sono le premesse, in questo turno, per un riscatto delle tre formazioni iblee che affronteranno altrettante compagini di metà o bassa classifica contro le quali poter fare bella figura.

Il Real Biscari affronterà fuori casa un Atletico Gela che, rinnovato per i suoi nove undicesimi dopo la retrocessione dall’Eccellenza, alterna gare volenterose con altre di scarso spessore. La striscia negativa della formazione biancoceleste però non è cambiata molto dall’avvento in panchina del tecnico Giovanni Monachelli, a parte l’acuto esterno contro il Santa Croce, segno che la squadra non è riuscita fino adesso a mostrare miglioramenti convincenti. Lo sanno bene i dirigenti acatesi che hanno tre partite, questa con l’Atletico Gela, quella in casa contro il Comiso e l’altra esterna contro la Sammichelese, per avere le idee chiare e poter effettuare una piccola rivoluzione con il calciomercato di dicembre. Per la partita con i gelesi nel Real Biscari mancheranno Rizzo, squalificato e Terranova, infortunato.

Ha una grossa opportunità il Comiso, nella partita casalinga contro l’Aragona, di ritornare alla vittoria, dopo un periodo di vacche magre. La formazione agrigentina però, dopo un inizio di campionato incerto, ha sfoderato alcune buone prestazioni che l’hanno resa squadra ostica e coriacea ma per i verdearancio resta una formazione abbordabile, soprattutto se la si affronta fra le mura amiche. L’obbiettivo del Comiso adesso è di risalire la china e poter disputare un campionato con la finalità di entrare nei play off. Il tecnico Lucenti per domenica può contare su tutto l’organico a disposizione se si eccettua per l’assenza di Giallongo, infortunato da tempo.

E’ anche alla ricerca della forma migliore la Jobbing Santa Croce e pare che, da quanto visto nella partita di Coppa di mercoledì scorso contro il Comiso, i giocatori biancazzurri siano sulla buona strada, avendo dimostrato di reggere la partita per tutti i novanta minuti. C’è apprensione per le condizioni fisiche dei due allenatori-giocatori, Buoncompagni e La Vaccara, con il primo che potrebbe anche stare a riposo, visto l’ottimo comportamento di Ragusa e Scacco in posizione centrale della difesa che non hanno fatto sentire l’assenza del capitano e con il secondo la cui indisponibilità è sempre una grossa perdita per l’economia della squadra. La Vaccara deciderà all’ultimo momento se scendere in campo a Racalmuto oppure continuare a stare a riposo.

E’ notizia delle ultime ore il sorprendente esito delle vicende a margine della partita fra il Comiso e la Jobbing Santa Croce di Coppa Italia, disputatasi proprio mercoledì scorso al «Comunale» casmeneo. Dopo la gara, infatti, la Jobbing Santa Croce aveva presentato ricorso contro il Comiso per la presenza in campo dei giocatori Fazio e Maliani, che dovevano scontare ancora una squalifica. La sentenza del giudice sportivo è giunta proprio nel pomeriggio di venerdì ed è drastica nei confronti della società verdearancio. Al Comiso infatti è stato inflitto lo 0-3 a sfavore e l’espulsione dalla Coppa Italia perché, ha sentenziato il giudice sportivo accogliendo il ricorso del Santa Croce, non ha fatto scontare la squalifica ai giocatori Fazio e Maliani, inflitta nell’edizione dello scorso anno della Coppa Italia. In conseguenza di tale sentenza la Jobbing Santa Croce passa direttamente al prossimo turno di Coppa Italia, senza disputare la partita di ritorno con il Comiso che era in programma il prossimo 27 novembre