Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 455
RAGUSA - 13/11/2013
Sport - Basket: serie C: sabato impegno casalingo al PalaPadua contro il Gravina

Per Digregorio Virtus non ancora al top della forma

Il tecnico lamenta anche i troppi falli fischiati nella gara persa contro l’Aretusa Foto Corrierediragusa.it

La prima sconfitta stagionale della Nova Virtus non turba più di tanto l´ambiente virtussino.

"A Siracusa – dice coach Massimo Digregorio - non abbiamo giocato male: abbiamo costruito i tiri discretamente, salvo a sbagliare proprio quelli decisivi, quando, dopo che l’Aretusa aveva operato lo strappo, eravamo pienamente rientrati. Non voglio poi appigliarmi al fatto che alla Nova Virtus sono stati fischiati il doppio dei falli rispetto all’Aretusa, con l’uscita prematura di qurtto uomini cardini, perché questo può costituire un alibi. La verità è che vi sono atleti non ancora al top e con Siracusa dobbiamo giocare in maniera perfetta per primeggiare. Invece, nel «colorato», abbiamo sofferto non solo il «marziano» Alessandro Agosta, ma anche Bonaiuto e l’esperto Messina che ci hanno fatto tanto male. Dobbiamo lavorare sodo e crescere in ogni fondamentale".

Sabato (18.30) al PalaPadua la Nova Virtus tornerà a giocare in casa, ospitando la parigrado Gravina. Partita delicata, non solo perché gli etnei hanno gli stesso punti dei virtussini, ma anche per il fatto che il roster ospite, vuole confermarsi come il team sorpresa della stagione. Tanti i giovani di grande interesse che trovano nel pericoloso ed esperto pivot Verzì la «chiocchia» di riferimento.



La partita di domenica:

Aretusa Siracusa-Nova Virtus Ragusa: 76-66

Aretusa: Agosta 19, Messina 11, Carpinteri 7, Bonaiuto 19, Belfiore 6, Micalizzi, Ferraro, Ferrara 8, Alescio, Boscarino 6. All. Marletta.

Nova Virtus: Sorrentino Andrea 10, Distefano 5, Iabichella 8, Girgenti, Vacirca ne, Sorrentino Alessandro 11, Licitra 5, Boiardi 11, Canzonieri 13, Cascone ne, Mormino ne, Ferlito 6. All. Di Gregorio.

ARBITRI: Attard di Priolo e Filesi di Chiaramonte Gulfi.
NOTE – parziali 15-19; 39-35; usciti per falli: Alessandro Sorrentino, Andrea Sorrentino, Licitra e Ferlito (Nova Virtus)


L’Aretusa si aggiudica nel finale la sfida al vertice con la Nova Virtus ed alla quinta di andata conquista solitaria ed imbattuta la testa della graduatoria del girone meridionale della C regionale.

Decisivo, forse, il groppone dei falli sulle spalle della Nova Virtus che, dopo essere rientrata pienamente in partita a 2’ dal gong finale (68-66), si è ritrovata senza ben quattro pedine fondamentali (tra cui i due Sorrentino ed il play Licitra), tutte out per falli. Il metro arbitrale, dunque, ha condizionato gli iblei che hanno avuto però grossi problemi nel «colorato», dove Alessandro Agosta (come previsto) ha spadroneggiato, ma anche nel contenere Bonaiuto e l’eterno Francesco Messina.

Gara, comunque, sempre vissuta sul filo del massimo equilibrio (con i virtussini avanti alla prima sirena) e caratterizzata dallo strappo aretuseo nel quarto «tempino». La rimonta ospite, come accennato, però, è stata stroncata dall’imperioso break di 12-0 della formazione di coach Marletta.

(nella foto: Matteo Iabichella a canestro)