Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 666
RAGUSA - 07/11/2013
Sport - L’ex presidente racconta i retroscena della cessione della società ad Enzo Vito

Giuseppe Rimmaudo: "Quei 50mila euro che Vito mi diede per il Ragusa"

"Ho pagato anche i soldi per la fedejussione per iscriversi all’attuale campionato. Avevo grandi progetti ma sono stato lasciato solo ed ormai sono fuori dal calcio" Foto Corrierediragusa.it

Giuseppe Rimmaudo (nella foto) è ormai lontano dal Ragusa. E´ stato il presidente della rinascita e della promozione ma oggi si dedica alla sua attività imprenditoriale ed alla famiglia. "Non posso dimenticare gli anni alla guida della società e mi fa male quello che sta succedendo, eppure basterebbe poco" dice in un pausa del suo lavoro tra tecnici ed operai del suo cantiere di via Risorgimento. A Rimmaudo viene rimproverato di avere ceduto la squadra ad Enzo Vito, che si è rivelato subito un bluff. Questa è la sua verità: "Non avevo altra scelta in quel momento. Dovevo lasciare il Ragusa perchè non potevo più permettermi di pompaare altri soldi nellasocietà.

Sono stato lasciato solo ed ecco che ho preso al volo la prima opportunità che mi è stato offerta. Per me è stata un´operazione in perdita, ancora una volta. Vito mi ha dato assegni per 50 mila euro che non ho potuto esigere. Sono soltanto pezzi di carta ed anche la fidejussione in Lega grazie ala quale la squadra può disputare il campionato è stata versta da me; 35 mila euro che nessuno si è sognato di restituirmi. La mia scelta è stata dolorosa perchè avevo creato una società modello; ho bussato a tutte le porte ma non ho avuto risposta. Eppure bastavano 4-5 imprenditori per un progetto in grande. Avevo grandi progetti; l´anno scorso avevo portato il Torino a Ragusa, quest´anno avevo avviato contatti con la Sampdoria ed anche con Cesare Prandelli per la Nazionale. Tutto è fallito perchè la città non ha risposto. E´ un grande rammarico perchè Ragusa ha fame di calcio".

-Ora il Ragusa è nelle mani di Nicola Savarese
-Non so davvero se è la persona giusta per il Ragusa ma io ormai guardo le cose da fuori e sono distaccato. Posso dare solo un aiuto dall´esterno se qualcuno mi contatta ma nessun coinvolgimento diretto. Ho già dato".