Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 896
RAGUSA - 28/10/2013
Sport - Rugby, serie B. i ragusani ancora a quota zero in classifica

Partepone troppo forte per un molle Padua Rugby

Netto il risultato finale, 41-14. Incidono anche degli errori arbitrali Foto Corrierediragusa.it

Partenope-Padua Rugby: 41-14

Continua il momento no del Padua Rugby Ragusa, arrivato alla quarta sconfitta consecutiva e ancora a zero punti in classifica. Questa volta, però, a differenza delle altre, i ragusani hanno poco da recriminare: la sconfitta con la Partenope Napoli è meritata perché arriva dopo una partita scialba, giocata dagli iblei senza grinta e senza mordente. Al Collana di Napoli il Padua è stato privo di idee, falloso ed inconsistente. La classifica per il Padua resta immutata viste le concomitanti sconfitte di Reggio Calabria, Rieti e Avezzano.

Già dopo 23´ il Padua è sotto; 16-0 per una serie di errori commessi come un fuorgioco riuscito male, un placcaggio in ritardo, un altro fuorigioco.
Al 28´ arriva poi la mazzata che, quanto meno psicologicamente, mette ko i ragusani: i ragusani giocano alla mano nella propria metà campo; quando l´ovale arriva ad Alessandro Bellina questi, vistosi accerchiato, lo calcia ma viene contrato da Stefano Valerio che poi riesce a riprendere l´ovale e va a schiacciare con tuffo plastico al centro dei pali. Reyna trasforma. 23 a 0.
Il Padua accusa il colpo e alla ripresa del gioco commette fallo a centro campo. Reyna prova a cercare i pali e, nonostante la distanza, li trova. 26 a 0.Altra meta di valerio e si va così al riposo sul 31 a 0, con i ragusani «non pervenuti».

Nell´intervallo coach Dipasquale striglia i suoi e tutti si aspettano un Padua diverso, ma il secondo tempo inizia come peggio non potrebbe. L´estremo Tommaso Martone prende un pallone a metà campo, innesta la quinta, supera la difesa imbambolata biancazzurra e va schiacciare in meta. Reyna, manco a dirlo, trasforma. 38 a 0 e partita che potrebbe finire qui.

Invece continua e, finalmente, il Padua batte un colpo. Siamo al 46°, Domenico Giacco placca alto un giocatore ibleo e l´arbitro lo manda a riposarsi per 10 minuti. Dalla conseguente punizione, giocata veloce, l´ovale arriva a Enoc Valenti (nella foto) che si invola in meta. Peppe Iacono trasforma e c´è chi spera che il Padua sia tornato. Invece si tratta di un fuoco di paglia perché in campo non accade più nulla. La Partenope, paga del risultato, controlla e il Padua si dimostra impotente. C´è tempo solo per la punizione di Martone al 55´ (41-7), al 75´ la meta di Valenti, trasformata da capitan Iacono, che fissa il risultato sul 41 a 14.