Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 894
RAGUSA - 16/10/2013
Sport - Calcio, serie D: oggi amichevole contro il Comiso all’Aldo Campo per provare la formazione anti Due Torri

Cerasi chiede garanzie a Vito per la cessione del Ragusa e le cose si complicano

La società è ritornata sui suoi passi sulla decisione di far svolgere gli allenamenti a porte chiuse. Un gruppo di dirigenti ha incontrato il sindaco Piccitto. Disponibilità di Sasà Cintolo Foto Corrierediragusa.it

Il Ragusa ha aperto le porte ai tifosi ed oggi alle 15 affronta il Comiso in amichevole. La società aveva annunciato di far svolgere gli allenamenti a porte chiuse ma non ha voluto creare ulteriori tensioni con i tifosi cambiando programma. Giovedì gli azzurri saranno in campo contro i verderancio dell´ex Gaetano Lucenti e ci sarà la possibilità di vedere all´opera gli argentini Cecco e Malandra in squadra coni titolari visto che il loro tesseramento è ormai cosa fatta. Simone Rughetti (nella foto) potrà disporre dei due argentini già domenica nella trasferta sul capo di Gliaca di Piraino contro il Due Torri. Almeno il caso stranieri è risolto visto che la scorsa settimana si era risolto anche il caso di Kofi e Martinez.

Si lavora invece a tutta birra per il passaggio di proprietà da Enzo Vito ad Ennio Cerasi. Quest´ultimo chiede garanzie precise a Vito, che non sembra sentirci da questo orecchio. Cerasi non si vuole imbarcare in un´avventura che può risultare più grande di lui e Vito, nonostante tutte le difficoltà, non sembra voler mollare. Cerasi comunque non vuole portarla alle lunghe e vuole chiudere al più presto. O dentro o fuori e la decisione dovrebbe arrivare nelle prossime ore. La situazione è dunque molto fluida e qualcuno parla di trasferta a rischio per domenica visto che non ci sarebbero neppure i soldi per garantirla. Il Ragusa è insomma piombato nel caos e prima si esce dall´incertezza meglio è per tutti dopo questo sciagurato inizio di stagione.

Sul caso Ragusa ha fatto sentire la sua voce il presidente del Coni, Sasà Cintolo che si è detto disponibile per un tavolo tecnico per affrontare la questione Ragusa. "Si sarebbero dovute prendere le dovute cautele quando c´è stato il passaggio da Rimmaudo a Vito - dice Cintolo - Speriamo che ora non sia troppo tardi".