Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:40 - Lettori online 1335
RAGUSA - 14/10/2013
Sport - Rugby, serie B: il sudafricano Michael Stubbs ha fatto la differenza in caampo

Troppo forte il Campi Salentina, il Padua Rugby soccombe

E’ la seconda sconfitta in campionato ma ci sono margini di miglioramento Foto Corrierediragusa.it

Campi Salentina- Padua Rugby: 38-21

Pesante sconfitta per il Padua Rugby sul campo di Melendugno dove ha affrontato il Campi Salentina. Ben sei le mete subite e solo due realizzate con in campo il sudafricano Michael Stubbs che ha fatto la differenza. Il Padua ha messo in evidenza una linea di trequarti fresca e veloce che è riuscita a mettere in difficoltà la difesa avversaria, mentre il pacchetto di mischia ha giocato alla pari con i dirimpettai.

All’11´ l’espulsione di Andrea Battaglia per un fallo di antigioco in ruck potrebbe far pendere l’incontro dalla parte campiota e invece, quattro minuti dopo, sono i paduini a portarsi in vantaggio. Azione veloce nei 22 avversari con l’ovale che viaggia da sinistra a destra e pallone che arriva nelle mani del neo arrivato Andrea Ferrara che deve solo tuffarsi per segnare la meta. Peppe Iacono non centra i pali: 0 a 5.

La reazione dello Svicat non tarda ad arrivare e sei minuti dopo, al termine di una maul che ricaccia indietro di una ventina di metri la mischia biancazzurra, la coppia Tardio (meta) Fedrigo (trasformazione) porta in vantaggio i padroni di casa.Il tempo di riprendere il gioco e inizia lo show di Michael Stubbs. Palla ai trequarti verdi, inserimento ai centri del sudafricano che, come un furetto, sfugge al placcaggio dei ragusani e va a chiudere la sua corsa sotto i pali iblei. Per Fedrigo è uno scherzo trasformare. 14 a 5 e partita che si fa dura per i ragusani. Peppe Iacono inventa una meta con successiva trasformazione e porta il risultato sul 14 a 12.

Lo Svicat ha però uno Stubbs in più nel motore e la differenza si vede. Al 36´ il sudafricano raccoglie una palla da una ruck e, dalla chiusa, si invola in meta. Fedrigo non trasforma. 19 a 12. Nell’intervallo coach Dipasquale mette forze fresche in mischia, facendo entrare Andrea Solarino e Massimo Avola. A segnare, però, sono i padroni di casa ancora con Stubbs, 26 a 12. Nel finale ancoreshow del sudafricano che va a schiacciare in meta e con Robusci. Finisce 38 a 21 .