Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 594
RAGUSA - 11/10/2013
Sport - Calcio, serie D: Ennio Cerasi alla guida della società. Kofi e Martinez tesserati

Il Ragusa incontra il Rende in un clima di maggior fiducia

Intanto se ne sono andati sei giocatori: Errico, Barbuzzi, Iannazzo, Censori, Felici e Gagliardi Foto Corrierediragusa.it

Ragusa-Rende si gioca regolarmente. L´Aldo Campo è stato aperto per gli allenamenti e l´attività agonistica perchè la società ha pagato il ticket da 500 euro che doveva per il mese di agosto ed il cui mancato pagamento ha indotto il sindaco a tenere chiuso l´impianto. I giocatori sono ritornati ad allenarsi, appena due sedute, con il nuovo tecnico Simone Rughetti (nella foto) ma la situazione in casa azzurra è molto fluida.

Dal punto di vista tecnico si è avuta conferma dell´avvenuto trasferimento dello spagnolo Martinez che domenica potrà essere schierato contro i calabresi insieme a Kofi che già aveva firmato in settimana. Tutto fermo invece per Malandra e Cecco, con quest´ultimo multato dalla società per i suoi atteggiamenti di contestazione nei confronti della dirigenza. Ieri intanto hanno lasciato la squadra e la città i difensori Errico e Barbuzi e l´attaccante Iannazzo. Il giorno prima era stata la volta dei giovani appena acquistati, Censori, Felici e Gagliardi, che sono rientrati nelle rispettive sedi di provenienza. La rosa si sfoltisce così naturalmente anche se resta ancora molto corposa con ben 27 elementi a carico della società.

Primo obiettivo del presidente pro tempore, Ennio Cerasi, cui Enzo Vito ha demandato il compito di guidare il club, sarà quello di riportare i giocatori a disposizione in numero ragionevole anche per non gravare la società di costi di gestione. Più che alla partita con il Rende tutto l´ambiente azzurro si chiede quale sarà l´evoluzione della situazione perchè è chiaro che Cerasi non ha risorse per continuare e Vito si è tirato indietro definitivamente. Chi prenderà in mano la società? L´amministrazione comunale ne segue le sorti da lontano e non intende intervenire.

Il caso Ragusa è diventato anche politico ed il consigliere comunale Angelo Laporta ha proposto di convocare un incontro per vedere come uscire da quello che il consigliere definisce "un baratro". Dice Laporta: "Ritengo che si debbano fare tutti gli sforzi possibili e inimmaginabili per evitare questa situazione di sfacelo. Perché la squadra di calcio è un patrimonio dell’intera città, una realtà che consente di promuovere il nome di Ragusa a tutte le latitudini».