Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 952
RAGUSA - 31/05/2013
Sport - Emanuele Massari potrebbe restare alla guida della squadra dopo il bel finale di stagione

Il presidente Rimmaudo riflette. C´è un gruppo pronto a rilevare il Ragusa

Fa capo ad un ragusano che si occupa di calcio giovanile ed è riferimento di una cordata di imprenditori Foto Corrierediragusa.it

Giuseppe Rimmaudo (nella foto) si prende una settimana di riflessione ma dietro l’angolo c’è chi è interessato al Ragusa. Dopo la conquista della salvezza sul campo di Palazzolo sono ore di riflessione per il presidente che vuole capire se e in che modo continuare il suo progetto. Per il momento si limita a dire: "Aspettiamo ancora qualche giorno la settimana prossima sicuramente saremo in grado di dire cosa faremo. Se resto alla guida della società? Vediamo".

Il Ragusa in serie D fa comunque gola e se Rimmaudo dovesse mollare c’è già pronta una cordata che fa capo ad un ragusano che opera nel mondo del calcio giovanile. Proprio i giovani del Ragusa, Da Buscema a Iozzia, da Alma ad Arena, fanno gola e saranno i punti fermi della prossima stagione con innesti che il nuovo gruppo potrebbe apportare cambiando totalmente l’approccio utilizzato da Rimmaudo che si è affidato invece a gente esperta e navigata che alla fine non ha dato i risultati sperati. I casi di Foderaro e Panatteri, licenziati in tronco alla vigilia dei play out parlano da soli.

In questo progetto rientra a pieno titolo Emanuele Massarri che di giovani se ne intende. Il tecnico che ha portato al squadra alla salvezza insiste nel dire che vuole tornare ai sui «allievi» ma in un progetto giovane del Ragusa il posto in panchina sarebbe suo. Altro punto fermo del nuovo Ragusa è Carmelo Bonarrigo. Il capitano ha detto a chiare lettere che vuole chiudere la carriera a Ragusa. Dall’alto dei suoi 38 anni, dispenserà consigli a chi arriverà e sarà punto di riferimento del nuovo Ragusa ma anche in questi giorni Bonarrigo è stato chiaro: «Puntiamo sui giovani, ce ne sono tanti di valore in provincia e costruiamo la squadra attorno a loro».