Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1445
RAGUSA - 23/05/2013
Sport - Motorismo: promossa ed organizzata dal Veteran Car Club Ibleo per questo fine settimana

Nono raduno delle "Moto storiche del barocco ibleo"

Tra le star una Indian Scout del 1927 e una Harley Davidson del 1922, pezzi pregiati che animeranno la manifestazione Foto Corrierediragusa.it

Fine settimana con la 9° edizione del raduno «Moto storiche del barocco ibleo». I settanta partecipanti si daranno appuntamento, sabato mattina, a partire dalle 8,30, per le verifichein un albergo lungo la strada provinciale Ragusa Mare. Da qui, alle 9,30, partenza, con serbatoio pieno, per Marina di Ragusa. Il gruppo transiterà quindi per Donnalucata, Sampieri e Pozzallo. Alle 11,30 è previsto l’arrivo a Portopalo di Capo Passero. All’isola delle Correnti, la punta più estrema d’Italia, settanta chilometri più a sud di Tunisi, sarà fatta una foto speciale. Dopo il pranzo visita ad Avola con una puntata particolare al consorzio della mandorla mentre l’arrivo nell’hotel in cui si cenerà con pernottamento a Cassibile. Domenica è in programma una sosta con visita guidata al centro storico e ai monumenti principali di Ispica. A seguire transito da Modica e arrivo alle 12,50 a Ragusa dove sarà effettuato il pranzo di commiato e la premiazione.

«Questa nona edizione – afferma il segretario del Veteran Car Club Ibleo, Antonino Provenzale – è stata promossa sempre con il supporto del comando provinciale dei Carabinieri di Ragusa e della Polizia stradale». Tra le star una Indian Scout del 1927 (nella foto) e una Harley Davidson del 1922, pezzi pregiati che animeranno la manifestazione promossa dal Veteran Car Club Ibleo. Tra le «vecchie signore» che meritano grande attenzione ci sarà anche una Bmw R 75 con sidecar del 1943 che andava per la maggiore durante la Seconda guerra mondiale. Tra le chicche, inoltre, da sottolineare la presenza di due fratelli che arrivano da Reggio Emilia (sono i partecipanti provenienti dal posto più lontano) che porteranno al seguito una Moto Guzzi Falcone del 1955 e una Ganna supersport del 1934 costruita a Varese.