Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 885
RAGUSA - 21/05/2013
Sport - Calcio, serie D: nella gara di ritorno si dovrà solo vincere per salvare la serie D. Gona squalificato

Per il Ragusa tre buoni motivi per credere nell´impresa di battere il Palazzolo

Per il tecnico Emanuele Massari la squadra ha reagito bene ed ha dimostrato di potere fare fino in fondo il suo dovere Foto Corrierediragusa.it

Il risultato del campo non lascia soddisfatti ma ci sono tre buoni motivi, una volta tanto, per essere fiduciosi nel Ragusa. Contro il Palazzolo è stata sfiorata la vittoria dopo una gara ben giocata e molto volitiva. Emanuele Massari ne è convinto: «Abbiamo giocato meglio e meritavamo di vincere. Abbiamo fatto praticamente tutto noi palo e traversa compresi. Credo in questi uomini e so che non partiamo battuti. Ce la possiamo fare».

Altro motivo per essere fiduciosi è l’assenza nel Palazzolo dei suoi due migliori uomini, che saranno squalificati. Si tratta del capitano Miraglia, anima del centrocampo, e dell’attaccante Sarli, che in una partita casalinga e delicata come un play out avrebbe potuto far valere la sua grande esperienza.

Terzo ed ultimo motivo è la condizione e la motivazione della squadra. Finalmente un grande spirito di corpo, abnegazione e sacrificio messo in campo dagli azzurri che non si sono persi d’animo contro il Palazzolo nonostante in svantaggio e poi in 10 uomini. Domenica si riparte alla pari ed il Ragusa incuterà rispetto agli avversari dopo la prova sfoderata in casa. Basta fare un gol in più, così come accadde in campionato, e sarà ancora serie D.

E´ successo domenica:
Ragusa – Palazzolo: 1 – 1
Marcatori: 9’ pt Gennarini, 42’st Alma

Ragusa: Ferla, Piluso, Gona, Fontana, Iozzia, Spampinato, Buscema, Impallari, Bonarrigo, D. Arena. All. Massari

Palazzolo: Scordino, Mastria, Miraglia, Martines, Chiarello, Perricone, Ike, Aperi, Mazzeo, Sarli, Gennarini. All. Pitadella

Arbitro: Giuia di Pisa
Note: espulsi al 44’ pt Gona per fallo da ultimo uomo, 28’st Miraglia per doppia ammonizione, 35’st Sarli per proteste


Alma tiene in vita il Ragusa ma per mantenere la serie D gli azzurri dovranno vincere domenica prossima sul campo del Palazzolo. Dice questo il risultato dell’andata di play out disputata all’Aldo Campo davanti ad un pubblico discreto che ha sostenuto gli uomini di Massari nel loro sforzo. Una partita maschia, dura, caratterizzata da tre espulsioni, che è diventata subito complicata per gli azzurri. Un gol sciagurato dopo appena 9’, a causa dell’ennesimo flop difensivo della stagione, ha infatti consentito a Gennarini di incunearsi e dare il vantaggio ai suoi.

Merito del Ragusa è di non essersi abbattuto e di cercare subito di recupere. C’era quasi riuscito Spampinato al 24’ dopo che Bonarrigo aveva seminato lo scompiglio in area e servito una palla invitante al compagno. Il tiro superava Scordino ma incocciava la traversa mandando in fumo le speranze del pari. Il Ragusa ha premuto ancora ma un’altra tegola è caduta sulla testa degli azzurri. Gona è stato infatti espulso a 1’ dalla fine del primo tempo per avere bloccato Gennarini lanciato in contropiede. Nella ripresa Ragusa con in mano il pallino del gioco e Palazzolo a difesa del vantaggio. Ci provano Bonarrigo ed Impallari ma trovano Scordino in giornata di grazia e non si passa. Squadre in parità numerica per l’espulsione di Miraglia al 28’ e Ragusa che trova la forza di buttarsi in avanti.

A 10’ dal termine Cosimo Sarli da volpone dei campi della serie D cerca di perdere tempo, si accascia a terra, ha una veemente discussione con i barellieri che lo vogliono trasportare fuori dal terreno di gioco e ci scappa qualche colpo proibito. Sarli è espulso e la partita riprende dopo dieci minuti. Alma con un eurogol mette tutti d’accordo ed a 3’ dal termine regala il pari ai suoi compagni. Il Ragusa potrebbe dare il colpo del k.o. agli avversari quando Almpa tira a botta sicura e colpisce il palo; la successiva ribattuta di Bonarrigo s è a porta vuota ma finisce fuori e qui finiscono le speranze del Ragusa di cogliere una vittoria che avrebbe meritato.