Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 774
RAGUSA - 30/04/2013
Sport - Calcio, serie D: il presidente Giuseppe Rimmaudo ha deciso per una soluzione interna

Il Ragusa affidato a Massari dopo dimissioni Anastasi

Il nuovo tecnico rappresenta la continuità avendo fatto tutta la trafila nella società azzurra Foto Corrierediragusa.it

Giuseppe Rimmaudo (nella foto) ha accettato le dimissioni di Peppe Anastasi. Il Ragusa è stato affidato ad Emanuele Massari, già giocatore, allenatore delle giovanili e storica bandiera del calcio in città. Massari ha già diretto il suo primo allenamento e guiderà la squadra in questa ultima fase di campionato, ovvero la trasferta di Cosenza e le due gare di play out. Il divorzio da Anastasi era ormai maturo dopo il faccia a faccia con i giocatori nel dopo gara di domenica contro il Messina.

Anastasi ha percepito di non avere più il pieno controllo dello spogliatoio e si è dimesso. Segue a distanza di un mese la sorte di Franco Cassarà, il direttore sportivo che aveva scelto proprio Anastasi per la panchina del Ragusa. E´ un epilogo amaro per il Ragusa, che chiude una stagione di incomprensioni tra lo stesso Anastasi ed i tifosi che non hanno mai amato l´allenatore neppure nei suoi momenti migliori. Ora c´è solo da salvare la categoria e sarà un´impresa ardua perchè la squadra è con il morale sotto i tacchi ed i play out saranno disputati da una posizione di svantaggio.

Le dimissioni di Anastasi
Non sono giorni sereni per il Ragusa. Come se non bastasse la certezza della disputa dei play out dopo una stagione altalenante, sono arrivate le dimissioni del tecnico Peppe Anastasi. L´allenatore ha informato il presidente Giuseppe Rimmaudo subito dopo la conclusione della partita con il Messina. Il confronto con la squadra non è stato dei più tranquilli ed Anastasi ha capito forse che non gode più del sostegno di tutto il gruppo. Nel giro di un mese è la seconda volta che Anastasi si dimette ma nella precedente occasione l´allenatore aveva avuto il pieno appoggio dello spogliatoio e ciò aveva indotto il presidente Rimmaudo a sospendere il licenziamento dell´allenatore.

La situazione è evidentemente cambiata anche se Rimmaudo si è riservato di decidere al più presto. Certamente la squalifica di Anastasi ed alcune scelte tecniche non hanno aiutato ed il Ragusa si ritrova nella fase più delicata della stagione in piena bufera. Domenica incombe la trasferta sul campo del Cosenza che punta al secondo posto e si vuole vendicare della batosta subita all´andata all´Aldo Campo. Poi ci saranno i play out da una posizione di svantaggio perchè il Ragusa dovrà almeno pareggiare la partita in trasferta e vincere quella in casa. Da definire l´avversario e molto dipenderà dai risultati di domenica. Le squadre papabili sono comunque il Palazzolo o l´Agropoli.

E´ successo domenica:
Ragusa – Messina: 0 - 0

Ragusa: Ferla, Iozzia, Milazzo, Buscema, Fontana, Gona, Foderaro, Crucitti, Dalì (29’st Spampinato), Bonarrigo (43’st Alma), Arena D.

Messina: Lagomarsini, Leo, Quintoni, Cicatiello, Caiazzo, Cucinotta, Savanarola, Comegna, Corona, Cocuzza, Costa Ferreira (29’st Gurriera)

Arbitro: Alfarè di Mestre


Il Messina deve rinviare la festa per la promozione in Lega Pro ed il Ragusa dovrà prepararsi ai play out. Dice questo il risultato ad occhiali maturato in uno stadio desolato e desolante perché interdetto ai tifosi. I giocatori si sono forse adeguati e non hanno trovato di meglio che punzecchiarsi ma non c’è stata battaglia tra le due formazioni. Un lampo per il Ragusa al 18’ del secondo tempo quando Bonarrigo con un lampo dei suoi colpisce la traversa.

Il Messina è partito meglio del Ragusa e nella prima mezzora ha creato un paio di occasioni interessante con Savanarola. Non succede molto altro ed il Ragusa si vede raramente dalle parti di Logomarsini. Ci prova Dalì al 28’ ma il portiere c’è. Nel secondo tempo il Messina è ad un passo dal gol con Corona che riceve da Quintoni, su calcio di punizione, si gira e chiama Ferla al grande intervento. Il portiere ragusano devia oltre la traversa. Al 10´ nuova opportunità per il Messina: sugli sviluppi di un calcio piazzato Corona impegna ancora Ferla con un bel diagonale, sulla respinta si avventano prima Cucinotta e poi Cicatiello senza però riuscire a segnare. I giallorossi rischiano quando Cucinotta, nel tentativo di anticipare Dalì, indirizza all´indietro, Lagomarsini è attento e smanaccia in corner.

Poi la traversa di Bonarrigo e qualche timida iniziativa in avanti degli ospiti ma non succede nulla. I risultati della giornata sono tutti sfavorevoli al Ragusa che matematicamente non può più raggiungere Licata e Palazzolo e deve rassegnarsi ai play out guardandosi dal ritorno del Sambiase.

I risultati della 16ma giornata (28 aprile 2013)
Acireale – Pro Cavese : 0-7
C. Montalto – Paternò: 1-2
C.Messina - Palazzolo: 0-1
Nissa – Licata 1-4
Noto - Sambiase: 1-0
Ragusa – Messina: 0-0
Ribera – Vibonese : 1-1
Agropoli – Gelbison: 0-1
Savoia – Cosenza: 1-5

La Classifica:
Messina 73
Cosenza 70
Città Messina 57
Gelbison 57
Vibonese 50
Savoia 48
Paternò 47
Pro Cavese 46
Ribera 46
Noto 45
C. Montalto 44
Palazzolo 43
Agropoli 43
Licata 43
Ragusa 39
Sambiase 37
Acireale 14
Nissa 8