Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 874
RAGUSA - 25/04/2013
Sport - Basket, serie C: i ragazzi di coach Di Gregorio sono arrivati svuotati all’appuntamento

Nova Virtus battuta a Mazara in gara 2, play off addio

I canarini locali sempre in vantaggio e partita già segnata dalle prime battute. Foto Corrierediragusa.it

Basket Mazara - Virtus Ragusa: 89 - 57

Mazara: Raselli 10, Leone , Pezzarossa 11, Jovic 21, Warwick 27, Anteri, Lottatori 18, Miceli, Tumbiolo, Agate. All. Bonanno

Nova Virtus: Sorrentino An. 8, Iabichella 19, Licitra 2, Pellegrino 2, Sorrentino Al. 9, Distefano E. 4, Mammana 7, Ferlito, Pace 2, Mormino 2, Distefano M. 2, Di Grandi. All. Di Gregorio.

ARBITRI: Lanfranco Rubera di Bagheria e Fabio Fichera di Catania
NOTE – parziali: 19-12; 40-26; 67-40


A Mazara si chiude la stagione della Nova Virtus. Gli iblei vaanno sotto di quasi 40 punti, perdono gaara due dei play offe rientrano mestamente a casa. Se ne riparlerà il prosismo anno. Il Basket Mazara, terza classificata nel girone Nord, ha infatti fatto fuori gli iblei in due sole gare.
Probabilmente la Nova Virtus è arrivataal momento topico della stagione in condizioni fisico-atletiche non proprio ottimali perchè gli infortuni di Andrea Sorrentino e Matteo Distefano , ed il loro affrettato recupero, hanno certamente influito sulla scialba prestazione dei ragusani.

Dopo il tracollo interno di domenica scorsa, ci si aspettava la reazione virtussina a Mazara. Ed invece, la Nova Virtus non è mai stata praticamente in partita. Dopo un inizio in sordina (19-12 al 10´), la navicella di coach Massimo Di Gregorio ha cominciato paurosamente a scricchiolare. Al gong del riposo lungo, infatti, Mazara conduceva 40-26, grazie ad un´eccellente prestazione difensiva e ad attacchi sempre oculati. Alla ripresa, per la Nova Virtus, cominciava addirittura il calvario. Imbavagliati i due Sorrentino, solo Matteo Iabichella riusciva a scalfire la difesa canarina. Gli iblei si innervosivano, perdevano palle ad iosa, beccavano una serie di falli tecnici (il solito eccessivo nervosismo), mentre i 14 rimbalzi offensivi dei più tonici e fisici padroni di casa, contribuivano a scavare un solco incolmabile (67-40 al 30´). Coach Di Gregorio capiva l´antifona e dava spazio alle seconde fila, visto che gara e play-off erano già in cassaforte per Mazara.

Un epilogo prematuro, una grande delusione in casa virtussina, specie per il fatto che tante altre squadre, nettamente battute in regular season, continueranno a vivere l´avventura (dal Siracusa dell´eccellente Paolo Marletta, allo stesso Licata dei comisani Pozzo e Savarese). Ma anche la consapevolezza che si è centrato l´obiettivo che era solo quello di far giocare e maturare tanti giovani e di ben figurare. D´altro canto, con un budget irrisorio e contro club che hanno messo in campo persino atleti di altre scuole cestistiche (e che giocatori!), alla Nova Virtus non si poteva forse chiedere di più.

Gli altri risultati:
Aretusa-Nuova Aquila Palermo 74-59 (si va alla «bella)
Green Palermo – Porto Empedocle 62-69 (qualificata Porto Empedocle)
Licata – Cefalù 83-73 (si va alla «bella»)
Porto Empedocle affronterà la vincente tra Aquila Palermo e Aretusa
Mazara affronterà la vincente tra Cefalù e Licata.