Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 449
RAGUSA - 19/04/2013
Sport - Volley, serie B2: incontri al vertice per Csain Ragusa e Volley Modica

Sabato di fuoco per le iblee di volley. In palio i play off

La squadra del presidente Rigoletto affronta la capolista Trapani, il Volley Modica se la vede con i calabresi del Cinquefrondi

La provincia di Ragusa sarà al centro dell’ attenzione del campionato questo fine settimana. A Ragusa e Modica sono impegnate quattro delle prime cinque in classifica con il Lamezia spettatore interessato a distanza. A tre turni dalla fine potrebbe essere il fine settimana decisivo per le sorti del torneo.
Alle 18 si comincia al Pala Minardi con i padroni di casa dello Csain, reduci dalla sconfitta di Leonforte, che ospitano la capolista Trapani. I trapanesi devono vincere se vogliono chiudere matematicamente il discorso promozione. I ragusani non possono permettersi ulteriori passi falsi se non vogliono compromettere la posizione playoff. Con una vittoria Benassi e compagni tornerebbero addirittura in corsa per la promozione diretta visto il turno di riposo che il Trapani dovrà osservare la settimana prossima.

Un’ora dopo, alle 19, il Volley Modica ospiterà il Cinquefrondi, superato in classifica proprio sabato scorso. All’andata arrivò una pesante battuta d’arresto che servì da sveglia per i modicani che da allora hanno macinato vittorie a ripetizione. I modicani proveranno a chiudere il cerchio con un’altra vittoria che avrebbe il doppio senso di chiudere il discorso quarto posto e di riaprire quello playoff. Se da Ragusa arrivasse un successo pieno di Trapani una contemporanea affermazione sui calabresi porterebbe Salerno e compagni ad un solo punto di distanza dallo Csain. Con due partite da giocare ancora tutto sarebbe possibile. Per questo si capisce quanto possa essere importante la partita di domani.

Bisogna stringersi attorno alla squadra per accompagnarla nell’ennesima impresa. Già nella vittoria con Lamezia di due settimane fa l’apporto del numeroso e rumoroso pubblico è stata l’arma in più per il sestetto di Di Grande. «Essere arrivati a questo punto a giocarci un traguardo così prestigioso è qualcosa di straordinario – dice il patron Luca Cataldi – se pensiamo solo che tre anni fa eravamo in serie D a festeggiare la prima storica promozione. Il programma che abbiamo messo in piedi sta procedendo anche al di là delle nostre aspettative che quest’anno si limitavano ad una tranquilla salvezza. Con la competenza dei nostri dirigenti e la bravura dello staff tecnico siamo riusciti a costruire un organico di tutto rispetto. Peccato, verrebbe da dire, che il campionato stia per finire».