Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1130
RAGUSA - 07/04/2013
Sport - Calcio, Promozione: tutte le ragusane hanno centrato l’obiettivo della permanenza nella categoria

Il S. Croce vince ed è salvo. Real Ragusa e Scicli Ko

I biancazzurri di Gaetano Lucenti non hanno avuto problemi a regolare l’Aquila Caltagirone Foto Corrierediragusa.it

I risultati delle iblee della 13ma giornata in Promozione (7 aprile 2013):

SCORDIA – SCICLI 3 – 2
REAL RAGUSA – SAN PIO X 1 - 3
SANTA CROCE – AQUILA CALTAGIRONE 2 – 1


Dopo il Real Ragusa e lo Scicli anche il Santa Croce conquista la matematica certezza della permanenza in Promozione. La formazione allenata da Gaetano Lucenti ha vinto facilmente contro la quasi retrocessa Aquila Caltagirone, imponendo il proprio gioco e la propria superiorità tecnica e tattica, in un terreno di gioco reso pesante dalla pioggia caduta nel primo quarto d’ora di gara. Il Santa Croce era passato in vantaggio già al 6’ con un gol di Consalvo che era lesto a insaccare precedendo un difensore ospite su un cross dalla sinistra di Agosta.

La formazione biancazzurra aveva poi creato per tutto il resto del primo tempo altre occasioni da gol, ma non trasformate per poco e per i buoni interventi del portiere ospite. Ad inizio ripresa, dopo una clamorosa palla-gol al 4’di Zisa, sciupata dal giovane attaccante locale, era il bomber La Vaccara che raddoppiava con un delizioso e preciso tiro rasoterra dal limite dell’area. Gli ospiti accorciavano le distanze al 35’ con Di Maria che di testa insaccava su tiro di punizione.

Lo Scicli perde di misura contro la capolista Scordia per 3-2 dopo essere stata in svantaggio per 2-0 e aver pareggiato nel corso della ripresa con un gol di Cervillera e uno di Vindigni. I locali giungevano però al gol vittoria quasi a tempo scaduto. Buona comunque la prova dello Scicli che schierava molti giovani e stava portando a casa un prestigioso risultato. A fine partita molta tensione e invettive contro i giocatori e dirigenti cremisi, colpevoli di essersi «impegnati» più del dovuto, rischiando di impedire l’ottenimento di punti preziosi alla capolista, che deve tenere a debita distanza la seconda in classifica per ottenere la promozione diretta.

Il Real Ragusa perde in casa con la vicecapolista S.Pio X, che doveva a tutti i costi tenere il ritmo della capolista Scordia. Non c’è stata storia anche perché la formazione biancoceleste, meno motivata dell’avversaria, non potendo più disputare i play off, hanno ceduto alla lunga. Ospiti in vantaggio al 30’ su rigore e sul 2-0 al 15’ della ripresa. Accorciava le distanze al 30’ Pecorari ma al 40’ la formazione biancorossa portava a tre le reti e si assicurava i tre punti in palio.