Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 972
RAGUSA - 30/03/2013
Sport - Calcio, serie D: si riprende con la trasferta contro il Sambiase ma serve una vittoria

Il Ragusa si è incartato. I play out sono la dura realtà

Per evitare la coda di campionato servirebbero dieci punti in cinque partite, di cui tre esterne. Gli azzurri ce la faranno ? Foto Corrierediragusa.it

Il Ragusa si è incartato. Il rischio play out è ormai concreto e sarà difficile evitare la coda di campionato. Il pari contro il Gelbison ha lasciato senza parole tutto l’ambiente azzurro che ha dovuto prendere atto di una realtà fino a qualche mese fa non messa in conto. Dall’inizio dell’anno il Ragusa pareggia in casa e perde fuori con regolarità e solo qualche eccezione mentre le dirette concorrenti, Palazzolo e Noto su tutti, hanno accelerato al massimo la loro andatura. Ha ragione Anastasi quando dice che il Ragusa non si è rafforzato mentre gli altri hanno rimpolpato i loro organici con acquisti di qualità, vedi ancora Noto ma l’andatura del Ragusa e le prestazioni offerte hanno fatto storcere il muso.

«Se avessimo giocato sempre così – ha commentato Peppe Anastasi (nella foto) – non saremmo in questa situazione» ma la sua notazione imporrebbe di capire perché gli azzurri non hanno offerto sempre queste prestazioni. Alcune scelte di mercato e tecniche, basti pensare al dualismo(inutile) Impallari-Panatteri, non convincono ma per queste discussioni ci sarà tempo. Ora c’è la dura realtà del campionato che dice che il Ragusa nelle ultime cinque giornate di campionato giuocherà solo due volte in casa, Pro Cavese e Messina, e tre in trasferta, nell’ordine Sambiase, Licata e Cosenza.

Servono dieci punti per evitare i play out ma serve un’impresa che alla luce delle ultime prestazioni sembra difficile realizzare anche perché ci sono da affrontare la capolista Messina e la vice Cosenza. Bisogna vincere assolutamente fuori casa almeno una partita, per esempio rendendo la pariglia al Licata che passò all’Aldo Campo. Il presidente Rimmaudo ha escluso colpi di testa ed ha confermato ancora una volta tecnico e direttore sportivo per dare serenità a tutto l’ambiente. I giocatori sono andati per qualche giorno in vacanza e si ritroveranno martedì in campo per preparare la trasferta di Lamezia per affrontare il Sambiase. Servirebbe fare tre punti ma riusciranno i nostri eroi……