Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 939
RAGUSA - 24/03/2013
Sport - Basket, serie C: partita in bilico fino alla fine, ha pesato l’infortunio ad Andrea Sorrentino

Nova Virtus si inchina a Porto Empedocle, sfuma il 1° posto

Gli uomini di Di Gregorio dovranno affrontare dopo Pasqua il Basket Trapani, settimo del girone Nord Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa - Basket Porto Empedocle: 60 - 67

Nova Virtus: Sorrentino Andrea 9, Iabichella 13, Licitra 10, Pellegrino ne, Girgenti ne, Sorrentino Alessandro 16, Distefano Enrico 3, Mammana 9, Ferlito, Pace, Di Grandi ne, Cascone. All. Di Gregorio.

Porto Empedocle: Fiannaca , Ferrara, Portannese 6, Fathallah 15, Papadakis 13, Rotolo 6, Mallon 27, Zambito ne, Maiorino ne, Narbone ne. All. Filleri

ARBITRI: Cinzia Savoca e Lanfranco Rubera di Bagheria
NOTE – parziali 15-26; 35-31; 46-48. Spettatori: oltre 1000. Nessuno uscito per falli. Infortunio alla caviglia per Andrea Sorrentino al 13´.


In un sol colpo la Nova Virtus perde match, primato nel girone e... Andrea Sorrentino, vittima di una grave distorsione alla caviglia al 13´. Malgrado il prematuro forfait del proprio «asso», però, la Nova Virtus è rimasta in partita sino alla fine. Nel rush decisivo, comunque, il «colpo di reni» vincente lo hanno piazzato i granata di coach Filleri, grazie soprattutto al fantastico Federico Mallon (nella foto) ed alle chirurgiche triple del play Fathallah. Alla Nova Virtus, invece, è mancata la lucidità necessaria, causa anche delle poche rotazioni che si è potuto concedere il tecnico Di Gregorio che, oltre a scontare l´assenza del totem Matteo Di Stefano, ha dovuto fare i conti con il trio Iabichella, Ale Sorrentino-Enrico Di Stefano a corto d´ossigeno, perché reduci da infortunio.

La svolta vera del match, però, al 13´ quando, subito dopo il terzo fallo di Mallon, Alessandro Sorrentino sbagliava incredibilmente la schiacciata in contropiede (ma quanti errori d parte dei virtussini sotto le plance e nei liberi!) e nel ribaltamento Andrea Sorrentino metteva un piede in fallo. Per lui partita finita e corsa in ospedale per le radiografie di rito. Un bruttissimo colpo che, paradossalmente, però accendeva l´orgoglio dei biancazzurri che allungavano il break in itinere di 5-0 sino ad un imperioso 18-0 che ribaltavano il risultato.

Erano stati, infatti, gli empedoclini a partire «a manetta» , con Mallon letteralmente indemoniato nel colorato (10 punti nel primo tempino), Fathallah che lo assisteva da par suo e l´ex Portannese in buono spolvero, mentre Papadakis veniva ingabbiato. La Nova Virtus difendeva anche benino, ma gli ospiti sembravano d´altro pianeta per un 15-26 al 10´, davvero mozzagambe. Ed invece, dopo il top granata del 12´ (17-31) arrivava il galattico break di 18-0 di marca locale, griffato da Ale Sorrentino, ma anche facilitato da una grande difesa in cui si distingueva Enrico Di Stefano che non concedeva nulla sia a Papadakis, sia a Mallon (ben contenuto anche da Mammana e Iabichella). Al riposo lungo, perciò, arriva proprio la Nova Virtus con il muso avanti (35-31).
Alla ripartenza, però, Porto Empedocle reagiva immediatamente e grazie a Mallon e Portannese tornava a guidare le redini del match, mentre commetteva il terzo fallo Mammana (42-48 al 27´). Sospinta da una platea caldissima, la Nova Virtus riusciva a reagire ancora, con una bomba di Simone Licitra, ed a chiudere il quarto con il fiato sul collo degli ospiti (46-48 al 30´).

Ultima decisiva frazione che vedeva i virtussini tornare persino avanti (51-50) con una inusuale «bomba» di Mammana. Ale Sorrentino, però, cominciava ad accusare chiaramente la stanchezza così come Enrico Di Stefano pagava il debito d´ossigeno. Mallon e Fathallah (manco a dirlo) provavano ad allungare, ma a 90 secondi dal gong il match era ancora in assoluto bilico (60-62). La Nova Virtus, però, non riusciva più a viaggiare in transizione ed il suo gioco perimetrale veniva bloccato dagli ospiti, che «ingessavano» i tiratori di casa più pericolosi.

I ragusani, perciò, riprendevano a perdere palle ad iosa e si affidavano al tiro dalla distanza dello stremato Enrico Di Stefano. Dall´altro lato Mallon era ancora implacabile (60-64 a 45 secondi dalla fine), mentre Rotolo e Papadakis suggellavano dalla lunetta.

Porto Empedocle, dunque, chiude il girone al primo posto e giocherà tutte le eventuali belle dei play-off in casa. Per la Nova Virtus una sconfitta che non scalfisce più di tanto il morale, ma il pensiero è rivolto ad Andrea Sorrentino ed alla sua caviglia. Primo play-off, dopo Pasqua, con la settima del girone nord, ossia la Virtus Trapani.