Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 813
RAGUSA - 23/03/2013
Sport - Basket, serie C: si gioca domenica alle 18 al PalaPadua per il primato nel girone

Nova Virtus: è sfida promozione con Porto Empedocle

In casa Virtus mancherà il «lungo» Matteo Distefano ma ci sarà il capitano Alessandro Sorrentino reduce da una settimana di lavoro differenziato Foto Corrierediragusa.it

E l´ora della verità per le due squadre leader del girone Sud della C regionale. Domenica alle 18 si sfidano infatti Nova Virtus e Porto Empedocle per una gara che vale il primo posto nel girone; è l´ultima gara della regular season, ma anche scontro decisivo per il primato nel raggruppamento e, quindi, per conquistare l’ottimale griglia play-off.

Per le due formazioni, ad oggi, solo una sconfitta a testa: la Nova Virtus, alla vigilia dello scorso Natale, fu battuta dagli empedoclini di 8 punti, mentre i ragazzi di Giovanni Fillari sono caduti tre settimane orsono a Siracusa. Alla Nova Virtus basterà vincere anche di un solo punto per aggiudicarsi il primato. La vincente nel girone sud, comunque, giocherà il primo play-off contro l’ottava classificata del girone A, probabilmente l’Alcamo.

In casa Virtus mancherà il «lungo» Matteo Distefano (per lui il rischio di micro-fratture ad un piede e, forse, stagione già conclusa) ed allenamenti differenziati per il capitano Alessandro Sorrentino, che non vuole minimamente rischiare ricadute, dopo la brutta distorsione alla caviglia del match con Melilli. Tutti abili ed arruolati gli altri, in primis Enrico Distefano, tornato in campo domenica scorsa dopo una lunga sosta in infermeria.

Coach Massimo Di Gregorio, ovviamente, nel corso delle sedute di allenamento, ha cercato di mettere a punto ogni alchimia tattica utile ad «ingabbiare» il terribile cecchino ospite Stelios Papadakis, cannoniere del torneo, ma anche per contenere il totem oriundo argentino Federico Mallon, vero perno del gioco offensivo empedoclino, reduce anch’egli da una distorsione alla caviglia, ma che proprio domenica scorsa è tornato sul parquet. Per la verità, tutto lo starting-five ospite, a disposizione del tecnico Giovanni Filleri, è di prim’ordine: dal play Fathallah (convocato insieme ad Ale Sorrentino per l’All Star Game del 27 marzo a Cefalù) già in grande spolvero lo scorso anno in C nazionale a Racalmuto, al giovane Portannese, che ha vissuto una stagione nel settore giovanile virtussino e che quest’anno sta mettendo in mostra tutto il suo talento. A completare l’organico agrigentino, il pericoloso ed esperto Fiannaca, il secondo lungo Rotolo, l’eclettico Ferrara ed alcuni giovani. Insomma, un bel roster, completo ed abbastanza profondo.

.