Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 950
RAGUSA - 10/03/2013
Sport - Calcio: promozione 11ma giornata di ritorno

Risultati importanti per Real Ragusa e Scicli

Il Santa Croce deve rimandare l’appuntamento con la certezza matematica di rimanere in Promozione

Promozione 11ma giornata di ritorno. Le partite
Città di Mascalucia – Scicli 1 – 4
Real Ragusa - Rari Nantes 3 – 0
Santa Croce - San Pio X 1 – 2


Risultati importanti per Real Ragusa e Scicli mentre il Santa Croce deve rimandare l’appuntamento con la certezza matematica di rimanere in Promozione dopo la sconfitta subita in casa per 2-1.

Lo Scicli surclassa in campo esterno la quasi retrocessa Città di Mascalucia con un rotondo 4-1, raggiungendo la matematica certezza della salvezza. Tutto facile per gli uomini di Orlando che alla lunga prevalgono sulla formazione catanese dopo un primo tempo chiuso alla pari sull’1-1. Era stato Cervillera al 5’a portare in vantaggio la sua formazione con uno dei suoi calci di punizione dal limite del quale è uno specialista. I locali pareggiavano alla fine del primo tempo ma nella ripresa Crios portava il risultato sul 2-1 e Occhipinti sul 3-1. Crios produceva sul finale la doppietta portando lo Scicli sul 4-1.

Vittoria senza storie del Real Ragusa contro la Rari Nantes Siracusa che fuori casa è l’ombra della squadra combattiva e pericolosa che si è vista in questo campionato nella partite casalinghe. Ad Acate la formazione siracusana ha retto per soli 38’ quando Pecorari portava in vantaggio il Real Ragusa. Lo stesso Pecorari raddoppiava al 25’ della ripresa e allo scadere Francesco Guarino segnava il 3-0. Nel Real Ragusa non c’era l’allenatore Rocco Guarino, dimessosi nei giorni scorsi in disaccordo con la società per l’atteggiamento tenuto da alcuni dirigenti verso un giocatore biancoceleste, il marocchino Mustafà, al quale non sono stati concessi degli oneri economici richiesti dal giovane nordafricano, uno dei pilastri della squadra.

Partita sfortunata del Santa Croce che perde immeritatamente in casa contro la vicecapolista San Pio X per via di due determinanti svarioni difensivi. Al 38’ del primo tempo Iurato produceva un corto passaggio indietro che costringeva il portiere Cavone ad intervenire fuori area ma a respingere su un giocatore ospite che, con un tiro da lontano, insaccava a porta vuota. Nella ripresa all’8 i padroni di casa sciupavano il pareggio con Distefano e sulla ripartenza gli ospiti raddoppiavano, grazie al secondo svarione della difesa locale. Al 18’ grande gol dell’esperto bomber La Vaccara che, da limite dell’area, insaccava con una pregevole «palombella». Il Santa Croce poteva pareggiare al 30’ ma Vasile coglieva la traversa. Tre espulsi nel San Pio X e due nel Santa Croce per via di un deplorevole atteggiamento degli ospiti che buttavano la partita sulla rissa.