Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 703
RAGUSA - 01/03/2013
Sport - Basket, A2: tifosi al seguito della squadra si gioca sabato alle 19.30

Passalacqua a Battipaglia per la storia

Coach Nino Molino ha lavorato per tenere bassa la tensione e far concentrare le atlete sulla gara Foto Corrierediragusa.it

Tutto pronto per la trasferta che vale una promozione. Anche i tifosi si sono mobilitati e le biancoverdi saranno seguite sugli spalti del palazzetto di Battipaglia da 60 tifosi che partiranno sabato mattina a bordo di un pullman messo a disposizione gratuitamente dalla società. Tutti i dirigenti della società del presidente Passalacqua saranno presenti.

"Siamo qua ‒ dice il presidente Gianstefano Passalacqua ‒ per scrivere la storia. Vincendo potremo traghettare davvero verso la storia. Le statistiche dicono che la Passalacqua ha il migliore attacco e la migliore difesa, ma non aggiungono nulla sulla qualità della squadra e sull’organizzazione della società. Questi sono stati gli ingredienti del nostro cammino e credo che la classifica attuale sia strameritata». .

Tra le atlete c´è serenità anche perchè le più esperte sono abituate ad incontri importanti anche se il match di Battipaglia è davvero "speciale". La gara è stata affidata a due arbitri esperti come Alessandro Ascenzi e Giuseppe Tellone, entrambi campani di Caserta.
Coach Nino Molino ha lavorato a pieno ritmo per tutta la settimana ed il suo compito principale è stato quello di tenere bassi i toni e la tensione.

Cresce la "febbre" da promozione
"Febbre" da promozione e Nino Molino cerca in tutti i modi di abbassare la temperatura. Le biancoverdi si allenano al PalaMinardi ma sentono attorno a sè la pressione di tutto l´ambiente cestistico della città. La gara di domenica a Battipaglia può essere quella giusta per arrivare subito in A1 ma non bisogna sbagliare nessuna mossa, un pò come Mauriello e compagne hanno fatto per tutto il campionato fin qui disputato. L´ambiente insomma è "gasato" e l´altra buona notizia arrivata in società è la convocazione in nazionale under 20 di Virginia Galbiati che, in quello che può definirsi il suo primo campionato da professionista, a soli 20 anni, ha ricevuto da coach Roberto Ricchini la convocazione in nazionale per il raduno in programma ad Ariano Irpino dal 4 al 6 marzo.

Si tratta dell’ultimo impegno per le Azzurre, prima del raduno di preparazione al Campionato Europeo che si giocherà in Francia dal 15 al 30 giugno. Il programma prevede il raduno giorno 4 marzo e, dopo un allenamento, una gara amichevole, il giorno successivo, contro Ariano Irpino.

Per Virginia, che era già nel giro della Nazionale under 20 allenata proprio da coach Nino Molino, si tratta di una vetrina assai prestigiosa e la conferma dei progressi compiuti durante questi mesi trascorsi a Ragusa. «Sono contentissima - ha dichiarato al termine della partita con la Meccanica Nova Bologna - per questa convocazione. Spero di far bene in un progetto che mira ad allargare il giro della Nazionale anche alle giocatrici più giovani».

Il "dopo Bologna"
Mille spettatori sugli spalti del PalaMinardi. La Passalacqua ha già conquistato la sua prima «promozione».Un pubblico entusiasta che ha applaudito alla fine le atlete biancoverdi, capaci di regalare una grande stagione agli appassionati del basket. E’ un risultato del quale il presidente Gianstefano Passalacqua può già andare fiero. Per l’altro risultato si attende ora solo la benedizione del campo, già a Battipaglia, dove la Passalacqua giocherà domenica. Poi, e solo a quel momento, potrà essere festa grande.

«Siamo davvero vicini al traguardo ‒ ha ammesso il presidente Passalacqua ‒ ma c’è ancora da compiere l´ultimo passo. E su quello dobbiamo concentrarci. Ci siamo conquistati tutto sul campo e sappiamo che anche a Battipaglia dovremo giocare al meglio per riuscire a vincere». Coach Nino Molino ha ritrovato le sue giocatrici più motivate che mai e dovrà solo abbassare la tensione in questi giorni che mancano alla gara. Sul piano tecnico infatti non c’è partita con le campane e le ragusane sono di una spanna superiore ma il nervosismo, la tensione e l’attesa per la promozione possono giocare un brutto scherzo. Anche se la Passalacqua avrà ancora altri due match per conquistare quello che ha meritato per l’intera stagione.

E´ successo domenica:
Passalacqua Ragusa - Nova Meccanica Bologna: 74 -50

Passalacqua Ragusa: Micovic 8, Caliendo 7, Mazzone, Galbiati 12, Mauriello 20, Papamichail 14, Chimenz, Sarni 5,Soli 4, Valerio 4.

Arbitri: Giacalone e Scarfò



Le biancoverdi di coach Nino Molino dispongono a proprio piacimento delle bolognesi. Non c´è stata partita davanti ai propri tifosi entusiasti e la vittoria è arrivata come da pronostico. Parte con qualche tensione di troppo la Passalacqua ma si porta comunque sul 19-16 già al 10´. Paola Mauriello ingrana e comincia a collezionare canestro alla fine 5-7 da due e 3-4 da 3 mentre Papamichail colleziona 14 punti e 17 rimbalzi. Caliendo dirige le operazioni e Virginia Galbiati fresca di convocazione in nazionale, mostra le sue capacità balistiche ( 2-3 da 2 e 2-5 dall´arco grande.

Già nel secondo tempo le biancoverdi ipotecano la vittoria (36-22 al 20´) Il risultato finale, 16 punti di differenza, dice tutto sull´andamento della gara. Ora la promozione in A1 è ad un passo. I mille spettatori del Pala Minardi hanno tributato una ovazione alla squadra e per domenica a Battipaglia si annunciano tifosi al seguito. La vittoria infatti garantirà la promozione in A1 ma coach Molino non ne vuole ancora sentire parlare.