Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 984
RAGUSA - 24/02/2013
Sport - Basket,serie C: la peggiore prestazione dell’anno per i virtussini ma ci pensa Andrea Sorrentino

Nova Virtus soffre ma batte Melilli sul filo di lana

Continua il testa a testa con Porto Empedocle che a stento batte il Cus Catania Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa - Basket Melilli: 77-70

Nova Virtus: Sorrentino Andrea 23, Mormino, Iabichella 14, Licitra 20, Pellegrino, Girgenti 2, Sorrentino Alessandro 2, Mammana 12, Vacirca ne, Ferlito, Pace 2, Cascone 2. All. Di Gregorio.

Basket Melilli: Sgarellino 1, Vetrano 26, Nicita 10,. Messina Ivan 17, Messina Francesco 4, Schifitti ne, Prudente 6, Di Mauro, Spinosa 6, Pulizzi ne. All. Gino Coppa.
ARBITRI: Cappello di Porto Empedocle e Caci di Gela
NOTE – parziali 18-23; 36-41; 57-56. Spettatori 500.


Per la prima volta nell’annata, «barcollano» le corazzate Porto Empedocle, sempre in testa alla graduatoria con due punti di vantaggio, che vince con qualche patema sul parquet dei terribili giovani del Cus Catania (80-85), mentre trema addirittura la Nova Virtus, protagonista della peggiore esibizione casalinga di questo scorcio di torneo. Ci vuole una fiammata stile Nba di Andrea Sorrentino, che a 5’ dal gong, spezza l’equilibrio piazzando da distanza siderale quattro missili consecutivi che spezzano reni e gambe agli indomiti melillesi.

La Nova Virtus si presenta senza gli infortunati Enrico e Matteo Di Stefano, dunque, con la panchina cortissima. Come se non bastasse, il capitano Ale Sorrentino che aveva appena frenato la partenza sprint degli ospiti (0-10 al 3’), cade male e rimedia una distorsione alla caviglia, dolorante già da venerdì. Per lui, il match subito finito. Neanche Simone Licitra è al top, mentre imperversa, sul fronte opposto, Lorenzo Vetrano che ne infila 14 nel «tempino». I locali affondano sino al 2-14 del 5’, con il play Licitra che prova a suonare la carica, ma con Mammana (nella foto) che ha già due falli sul groppone (18-23 al 10’).

La Nova Virtus è nervosa, difende male, mentre in attacco le alchimie di coach Gino Coppa oscurano mente e braccia degli iblei che giocano poco di squadra e forzano troppe conclusioni. Gli aretusei, invece, trovano un Ivan Messina sempre preciso ed il play tascabile Nicita ispirato come non mai, sì da affondare i colpi, riportandosi sul 23-32 (15’). Due triple di Iabichella (sempre chirurgico) e Licitra (storico, a parte qualche forzatura) tengono a galla i ragusani.

Non cambia la solfa alla ripresa, anche se ora, anche la Nova Virtus morde in difesa. La panchina, però, è troppo corta e coach Di Gregorio deve chiedere gli straordinari a Licitra ed Iabichella perché Gino Coppa riesce ancora ad isolare dai giochi offensivi iblei Andrea Sorrentino. I locali, però, risalgono la china e chiudono la frazione mettendo il muso avanti (57-56 al 30’).

Melilli fa subito capire che non ci sta con una «bomba» di Ivan Messina e tiene assolutamente il passo sin quando, al 35’, Andrea Sorrentino sembra venir morso da una tarantola: «Zorro» scaglia il primo missile, in un amen piazza la seconda tripla; pochi attimi ed in transizione fa saltare il «fortino» ospite con la terza «bomba» e, come non fosse già sufficiente, imbrocca pure il quarto tiro pesante di fila che sconquassa il team ospite. Il micidiale 12-0 per il 73-63 del 37’ viene ingemmato dalla Nova Virtus con altri quattro punti, lasciando sempre Melilli a bocca asciutta. Il tabellone segna 77-63 a 2’ dalla fine.

La Nova Virtus pensa che, per l’appunto, sia finita, ma subisce uno 0-5 dalla premiata ditta Vetrano-Ivan Messina, che può riaprire la contesa. La Nova Virtus, pur incerottata, resta però ancora squadra troppo esperta per mollare nel momento topico e chiude senza particolare affanno.

Nel prossimo turno, Nova Virtus ancora in casa contro la Studentesca Licata, mentre Porto Empedocle se la vedrà in casa nell’anticipo di sabato 2 marzo con la Vigor Santa Croce di coach Giancarlo Distefano.