Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 811
RAGUSA - 18/02/2013
Sport - Calcio, serie D: dopo il pari con il Ribera la zona play-out è lontana solo un punto

Riusciranno ad andare avanti insieme? Ragusa sull´orlo della crisi

Il ds Franco Cassarà ammette: "Situazione preoccupante. Io ed Anastasi pronti a farci da parte" Foto Corrierediragusa.it

Anastasi (nella foto: da sin. con Rimmaudo e Cassarà) rompe con i tifosi e non parla. Ad esaminare il momento no del Ragusa è delegato Franco Cassarà. Il direttore sportivo è onesto nella sua disamina di una situazione tecnica che si è incancrenita nell’ultimo mese. L’ultimo successo del Ragusa in casa risale alla gara con il Cosenza, poi è stato uno scivolamento continuo tanto da ridurre il vantaggio sulla zona play-out ad un solo punto.

«Siamo preoccupati – dice Franco Cassarà – Abbiamo giocato male, soprattutto nel primo tempo, così come era successo ad Agropoli. Ci aspettavamo una reazione della squadra ma non c’è stata e siamo rimasti sorpresi. Anastasi ed io ci prendiamo le nostre colpe ma in campo vanno i giocatori ed alcuni su cui puntavamo non stanno rendendo al meglio. Ci mettiamo in discussione, come abbiamo fatto, per il bene della squadra. Se siamo noi il problema siamo pronti a metterci da parte».

Il malessere è dunque diffuso e si attendono in casa azzurra le decisioni del presidente Giuseppe Rimmaudo. Il cambio tecnico potrebbe dare la «scossa» alla squadra e soprattutto sanare la frattura con i pochi tifosi che seguono la squadra. Certo l’atmosfera non è idilliaca ed Anastasi potrebbe provare ad essere più duttile e meno rigido nelle sue reazioni.

Non aiutano gli ultimi due casi; in particolare l’abbandono del difensore Piluso alla vigilia della gara contro il Ribera senza un’apparente spiegazione. Se ne è andato anche l’attaccante Di Vita per una sua scelta personale. Due under che vengono a mancare ed indeboliscono, pur se solo numericamente, l’organico azzurro. Domenica c’è la delicatissima trasferta sul campo del Città di Messina. Mancheranno di sicuro Anastasi in panchina, che è stato espulso, e Ferla, che ha rimediato la quarta diffida e sarà squalificato.

E´ successo domenica:
Ragusa – Ribera : 1 - 1
Marcatori: 8’ st Arena, 23’st Cortese su rigore

Ragusa: Ferla: Ferla 6, Gona 6, Iozzia 6, Nassi 6, Scoppetta 6, Fontana 6, Foderaro 6 (29´st Dalì 6), Crucitti 5, Panatteri 6, Bonarrigo 6 (34´st Impallari sv), D. Arena 6 (29´st Alma 6).

Arbitro: Nicoletti di Catanzaro 5


Il Ragusa non sa più vincere. L’ultima vittoria risale al 13 gennaio quando superò di stretta misura il fanalino Nissa. Anche con il Ribera la storia si è ripetuta ed ora gli azzurri si ritrovano ad un solo punto sopra la zona play out. Non era facile superare il Ribera e si è visto in campo perché la formazione di Bruccoleri è apparsa ben messa in campo e quadrata. Primo tempo ssenza grandi guizzi e squadre che si affrontano a centrocampo.

Al ritorno in campo il Ragusa aveva avuto il merito di passare in vantaggio con un guizzo di Daniele Arena che dopo 8’ riusciva a mettere in rete. Gli uomini di Anastasi ritrovano serenità e gestivano la gara ma al 23’ l’ennesima distrazione in area ed un giudizio eccessivamente severo dell’arbitro danno agli agrigentini il pari grazie ad un rigore. C’è una punizione dalla tre quarti e una mischia in area. Fontana sgomita con Cortese ma per l’arbitro è rigore.

Lo stesso centravanti trasforma la massima punizione. La partita finisce praticamente qui perché il Ragusa non riesce a pungere ed il Ribera si difende ordinatamente. C’è tempo solo per l’espulsione di Anastasi per proteste.

Risultati della 6° giornata di ritorno ( 17 feb. 2013)
Nissa – Agropoli 0 - 3
Cosenza – Città Messina 5 – 2
Messina C. Montalto: 4 – 2
Licata – Paternò: 0 – 1
Savoia – Gelbison: 1 – 1
Acireale – Noto: 1 - 2
Pro Cavese – Palazzolo: 2 - 0
Ragusa – Ribera: 1 – 1
Sambiase – Vibonese: 3 - 2

Classifica:
Messina 54
Cosenza 50
Savoia 40
Gelbison 39
Città Messina 35
C. Montalto 34
Licata 33
Ribera 32
Paternò 32
Pro Cavese 30
Vibonese 30
Ragusa 30
Agropoli 29
Sambiase 29
Palazzolo 26
Noto 20
Acireale 15
Nissa 7


che calcio vede il mister?
20/02/2013 | 10.42.17
salvatore

ma che calcio vedono i dirigenti del ragusa?sono 6 partite che fa schifo vederli giocare,domenica 3 in attacco circondati da 10 avversari,panatteri un´anima in pena e 8 tutti in difesa a difendere che cosa i play out?attualmente non vedo squadra con cui batterci per avere una chance di salvezza cari professori di pallone.senza schemi,molli svogliati.le fasce le conoscete?chissa perchè appena habbiamo pressato l´unica volta abbiamo segnato.invece di fare pressing a centrocampo e ripartire guardavamo l´avversario che ci ha pure graziato altro che colpaccio mancato dal ragusa.la domenica guardate il campo invece di guardare chissa dove.il mister è stato beccato perchè la squadra è da mesi che va male,e dovrebbe per il bene del ragusa dare le dimissioni se no l´anno prossimo saremo di nuovo da dove eravamo partit.